Articoli marcati con tag ‘energia’

Vadim Zeland: Reality Transurfing vol. 3

transurfin2_03Ciao!

Oggi parliamo dell’ultimo libro della saga di Vadim ZelandReality Transurfing” e più precisamente del suo terzo volume “Avanti nel passato“.

In questo libro lo scrittore  Zeland finalmente ci spiega come muoverci nello spazio delle varianti (le linee della vita) attraverso degli esercizi energetici che qui andrò a riproporre.

Dopo tre libri e centinaia di pagine, il fisico russo ci suggerisce delle pratiche per rinforzare i nostri centri energetici disponendoci ad accogliere meglio le linee della vita a noi più congeniali.

Riuscire a sintetizzare il pensiero di Zeland è, come sempre, cosa non facile, perchè è probabilmente il più cervellotico tra gli autori che si occupano di risveglio della coscienza e sviluppo della consapevolezza.

Nonostante Zeland spieghi concetti complessi in modi altrettanto complessi, le sue riflessioni mi sono sempre sembrate giuste ed in sintonia con il mio modo di intendere le cose.

I concetti che a me risultano più cari riguardano l’importanza ed il fluire delle cose.

Zeland ritiene che è proprio l’importanza a generare malessere, malintesi e tensione. Al diminuire dell’importanza attribuita alle cose diminuirebbe anche la tensione ad essa associata con un miglioramento in termini di relax ed una maggiore capacità di attrarre ciò che desideriamo.

Il concetto di desiderio per Zeland andrebbe pertanto concepito come una ferma intenzione piuttosto che come un bisogno che, viceversa, indurrebbe a emanare frequenze di penuria e carenza.

Per ciò che riguarda il fluire delle cose, Zeland invece ci ricorda che per vivere armoniosamente dobbiamo riporre le armi della lotta, smettere di nuotare controcorrente e seguire morbidamente il flusso non come chi si lascia trascinare dagli eventi, ma come chi li gestisce con orchestrazione dall’alto o  partecipazione esteriore.

Danzare nel flusso è diverso che buttarsi come un pesce morto nella corrente…significa infatti ballare a ritmo della musica…se la musica cambia..noi cambiamo ritmo..ma è con essa che danziamo e non ci opponiamo al cambio di canzone (in analogia con il cambiamento di situazione che la vita comporta).

La metafora del danzare con la musica è mia e spero renda bene l’idea del muoversi nel flusso che intende Zeland.

Ora, i concetti di importanza, intenzione e flusso erano già stati esposti nei primi  due volumi e vengono ripresi nel terzo libro che chiude la saga: “Avanti nel passato“.

Ciò che c’è di nuovo in questo volume sono gli esercizi energetici di cui parlavo sopra e che aiuterebbero ad attivare i chakra.

Zeland ci ricorda dell’importanza di sentire il proprio corpo abituandoci ad affinare l’ascolto della sua presenza, così facendo attingiamo all’energia Universale che è illimitata e rigenerante.

Di seguito riporto le sue parole che descrivono un procedimento semplice per familiarizzare con la sensazione di presenza dell’energia intorno al corpo:

———————————————————————————————

Mettetevi in piedi, diritti come vi è più comodo e sciogliete le tensioni muscolari.

Fate un’inspirazione e immaginatevi che un flusso energetico fuoriesca dalla terra, penetri al vostro interno attraverso la zona del perineo, si muova lungo la colonna vertebrale, esca dalla terra e si disperda nel cielo. Poi espirate e immaginatevi che dall’alto del cielo discenda un flusso energetico che entra nella vostra testa, si muove lungo la colonna vertebrale e scompare nella terra”.

——————————————————————————————-

Mi piacciono molto questi esercizi perchè insegnano a radicarci nella terra nella materialità e, nello stesso, ad elevarci verso il cielo armonizzando le energie e creando uno stato di equilibrio tra la dimensione più fisica e quella eterica.

Di seguito riporto un’altro esercizio descritto da Zeland per fare ginnastica energetica ed aumentare il livello di rilassatezza e benessere:

——————————————————————————————–

“Focalizzate la vostra attenzione sulla superficie del corpo.

Potete immaginarvi quello che volete: che la pelle si riscaldi o che s’informicoli, o che venga scossa da delle cariche energetiche.

L’importante è che sentiate di avere la pelle. E adesso provate a sentire l’energia che si espande per tutta la superficie del corpo, come le striature iridescenti su una bolla di sapone.

In questo momento siete una parte dell’Universo e vi trovate in equilibrio con Esso.

Non dovete sforzarvi di raggiungere sensazioni particolari. Ognuno di noi sente a modo proprio. Non bisogna sforzarsi in nessun modo. Eseguite l’esercizio come “en passant”, tra una cosa e l’altra, ma con decisione.

Se riuscite a cogliere la sensazione integrale della superficie del vostro corpo aperta alle trasfusioni di energia, significa che avete raggiunto proprio quello che si dice uno stato di rilassamento, di equilibrio e di fusione con il mondo circostante.”

———————————————————————————————-

L’ultimo esercizio che riporto favorisce anche questo l’attivazione dei centri energetici e l’incremento della consapevolezza. Nel farlo è possibile sentire una sorta di “click“, di meccanismo che si attiva, segno che l’esercizio è stato ben fatto:

————————————————————————————————

Per la veloce messa in azione delle fontane energetiche si può ricorrere ad un metodo molto efficace. Immaginate che dal centro stesso del vostro corpo si dipartano due lancette orizzontali contrapposte: una è direzionata in avanti, l’altra all’indietro.

Le lancette fuoriescono dal corpo ad una distanza di venti-trenta centimetri o anche di più.

Ora mentalmente girate le lancette nello stesso tempo, l’anteriore in su e la posteriore in giù, in posizione verticale lungo la colonna vertebrale.

Sentirete subito che i canali energetici si sono chiaramente riattivati”.

———————————————————————————————–

Hai sentito il “click”?

Se sì, fammi sapere che tipo di sensazioni si sono diffuse lungo il corpo, lasciandomi un commento qui in basso .

:-)

Spero che questi esercizi di ginnastica energetica ti siano piaciuti e ti siano utili.

A presto.

Un abbraccio di luce!

:-)

Simona

Il potere dei cristalli

Ciao,
come stai?
Hai passato un buon 10/10/10?

Io sì, quel giorno sono stata particolarmente felice, energica ed in buona compagnia.

Spero sia accaduto altrettanto (o di meglio) a te.

Per introdurre il tema che affronto oggi, ho scelto di pubblicare il noto esperiemento di Masaru Emoto sull’acqua, il quale dimostra come la composizione cristallina cambi sotto l’effetto di parole e musiche e vibrazioni differenti.

Oggi tratterò appunto  di cristalli a cui sono molto legata, per la loro bellezza e per il loro potere naturale.

Lo faccio, ospitando sul mio blog Jonathan Colla, un mio amico che si occupa di Reiki e che ha aperto un negozio online dove vende oggetti Feng Shui (io ho un debole per il Feng Shui, come saprai).

Lascio la parola a lui e lascio a te un immenso abbraccio di luce!

:-)

____________________________________________________________

Pensi che ci sia differenza tra un Cristallo e una Persona?
Questa domanda posta in questo modo poterebbe sucitare qualche polemica, ma in realtà e che siamo tutti e due esseri di amore e di luce.
Non solo… E’ ormai noto come tutto quello che ci circonda che sia un corpo umano, una pietra, un cristallo una pianta, possiede un campo energetico chiamato Aura.

Grazie al loro magnetismo i cristalli assorbono e scambiano la loro energia con tutto quello che ci circonda creando un armonia nell’ambiente e nella persona.

Essi infatti posseggono la capacità di assorbire la luce nella gamma degli infrarossi e trasformarle in microonde.

Grazie a questa trasformazione, le onde emesse vengono assorbite dall’intero organismo.

Ogni pietra infatti possiede una specifica luce (aura) che occhi poco allenato fanno fatica a percepire ma tramite intuizione creano questa armonia, questa interazione tra uomo e cristallo

Non a caso gli sciamani di tutto il modo utilizzano pietre e cristalli nei loro rituali.

Ogni pietra ha un suo specifico effetto sia a livello psicologico e fisico sul corpo umano.

Nel mio sito www.newageshop.it ho messo una categoria di pietre e cristalli essenziale per poter farli entrare nella nostra vita.

Vi ricordate di Masaru Emoto e i suoi esperimenti nell’acqua,  si , no?
Se non ve lo ricordate ve lo ricordo io.

Egli ha documentato, con fotografie come sottoponendo l’acqua a determinati stimoli positivi assumerebbero una forma armonicamente simmetrica o, al contrario, caotica e disordinata, in conseguenza alla “energia” a cui sono esposti, sia essa sotto forma di suono (voce, musica), parola scritta (etichetta applicata a una brocca) o di pensiero o uso delle pietre.
Bene in questa sezione ho voluto proporre un set di vitalizzazione dell’acqua con le pietre caricate energeticamente.

Mettendo queste pietre nell’acqua si crea una armonia e bevendo poi questa viene trasmesso il loro messaggio di amore dentro di noi.

Scusatemi non mi sono ancora presentato:

Mi chiamo Jonathan (alcuni si ricorderanno del mio blog follow the universe).

Sono un operatore Reiki (sto facendo apprendistato Da master) e Cristallo terapeuta.

Questo mio amore per i cristalli ha fatto sì che aprissi un negozio on line dedicato alla Vendita di cristalli, Pietre dure e articoli Feng Shui.
Ringrazio Simona mi ha dato la possibilità di poter inserire un articolo in questo bellissimo blog, dandomi la possibilità farmi conoscere.
Per ricambiare voglio Regalare a tutti gli amici di dicembre 2012 un sconto immediato del 20% per sempre a tutti quelli che si iscriveranno da dicembre 2012 al mio sito www.newageshop.it segnalandomi tramite contatti il codice “promosimona”.

Grazie e tutti un abbraccio di luce e di amore
ciaoooooo

Jonathan

_____________________________________________________

PS

Se vuoi anche tu segnalare iniziative sul mio blog, scrivimi una mail.

Nel caso i contenuti siano pertinenti con il sito, avrò piacere a pubblicare un tuo articolo. E’ superfluo dire che se vuoi promuovere le tue attività qui, puoi farlo in maniera del tutto free, ma educatamente.

PS2

Hai visto questa pagina?

http://www.simonavitale.com/seminario/

Ti voglio bene!

<3

Simona

Il fiore della vita

FlowerofLife

Ciaooooooooo,

:-)

sai cosa è il fiore della vita (anche chiamato “Il sesto giorno della genesi”)?

E’ una figura sacra, un elemento geometrico rintracciabile nell’architettura, nell’arte così come in natura.

E’ il corrispettivo visivo del suono originario da cui tutto è nato e da cui poi tutto ha preso forma.

:-)

Chi si occupa (o è appassionato) di evoluzione spirituale potrà spesso incappare in questa immagine dal valore protettivo e benefico, anche grazie ad un volume dal titolo omonimo (Il fiore della vita, appunto di Drunvalo Melchizedek) che ha diffuso la conoscenza esoterica che giace dietro questo meraviglioso simbolo.

:-)

Ma il fiore della vita è anche un progetto bellissimo dalle finalità condivisibili e dalle grandi ambizioni.

Il fiore della vita è un social network che nasce come punto di incontro e di riferimento, mira a insegnare e realizzare modelli di vita basati sul Benessere energetico, olistico e psicofisico promuovendo uno stile di vita sano ed equilibrato.

Promuove iniziative di carattere sportivo, riabilitativo, culturale e sociale, pratiche e techiche naturali, bioenergetiche, psicosomatiche, artistiche e culturali, esercitate per favorire il raggiungimento, il miglioramento e la conservazione dell’equilibrio e del benessere globale della persona, del rapporto con se stessi e del rapporto uomo /natura.
Mira inoltre alla promozione e conservazione della salute, del benessere e della migliore qualità della vita e dell’ambiente. Le attività dell’associazione sono finalizzate alla crescita personale sia per quanto riguarda il Benessere Psico-fisico,sia per una maggiore consapevolezza di se stessi al livello fisico, mentale, emozionale e spirituale.

E’ ideato e gestito amorevolmente da un’anima purissima che ho conosciuto tramite il mio blog, una persona che, guarda caso ha un nome che somiglia al mio e affine al mio ideale di cooperazione e solidarietà reciproca per la costruzione di un mondo più unito e felice: Simona Violet

Simona mi ha invitato a curare uno spazio tutto mio sul Fiore della Vita, sul quale convogliare tutte le domande a proposito del Feng Shui e l’armonizzazione degli ambienti che mi sono state poste per email o in giro per la rete.

Ringrazio Simona per la fiducia e l’opportunità affidatami e ti invito a chiedermi nello spazio apposito del forum Il Fiore della Vita tutte le curiosità a proposito del Feng Shui e su come migliorare l’energia negli spazi abitativi.

Trovi lo spazio da me curato in questa pagina:

Domande e risposte sul Feng Shui

Ti aspetto lì.

Intanto ti lascio con un video sul fiore della vita accompagnato da un suono di 528 HZ, vibrazione guaritrice per il DNA danneggiato.

A presto.

:-)

Simona Vitale

L’arte del Feng Shui e la magia delle cose

office-furniture-feng-shui

Chi mi conosce sa bene che sono un’appassionata di Feng Shui.

Per chi non lo sapesse il Feng Shui (letteralmente acqua e vento) è quella nobilissima arte di armonizzare le energie della casa (ma nn solo) e vivere meglio apportando cambiamenti nello spazio fisico.

Personalmente applico il Feng Shui, in ogni aspetto della mia vita, dalla casa, all’abbigliamento e al pensiero.

Fare Feng Shui è infatti pensare Feng Shui.

Si tratta in pratica di far fluire bene l’energia (il Chi) ed evitare i ristagni energetici.

La filosofia Feng Shui aiuta a sbloccare situazioni interiori attraverso cambiamenti esteriori e produce dei risultati incredibili.

Un esempio lo ritroviamo quando puliamo casa o riordiniamo cassetti ed armadi, oppure quando ci disfiamo di oggetti vecchi e rotti che non ci servono più.

Subito dopo si sperimenta una piacevole sensazione di leggerezza ed ordine mentale (come chi ordina e pulisce la scrivania prima di dedicarsi ad un lavoro importante).

Inutile dire che l’esterno rappresenta il riflesso di ciò che abbiamo nelle nostre teste e liberando energie facciamo spazio per l’entrate di nuove cose sia oggetti materiali e non.

Ovviamente il Feng Shui non si limita a consigliare di pulire e riordinare (condizione però preliminare per purificare il campo energetico) ma si avvale di sapienti consigli sull’uso dei materiali, dei colori e della direzione degli oggetti (sud-est-ovest-nord).

Cosa c’entra tutto questo con il 2012?

C’entra nella misura in cui vogliamo prepararci a vivere più armoniosamente questi anni dove si sperimentano grandi cambiamenti a livello energetico.

C’entra nella misura in cui vogliamo essere pronti ad affrontare il meglio che ci capiterà, affinando le nostre capacità ricettive ed innalzando il livello vibratorio di noi stessi e dei luoghi che accolgono i nostri corpi.

Nessun elenco sarebbe esaustivo per ricordare qui che tipo di accorgimenti adottare per vivere in armonia con il Feng Shui, nè 10 post basterebbero a spiegare quest’antica filosofia.

Posso però suggerire qualche spunto da prendere in considerazione per apportare sin da subito miglioramenti nella propria abitazione.

1) Nella camera da letto. Evita di dormire nel bel mezzo di apparecchiature elettroniche.  Sarebbe preferibile che il letto fosse posizionato il più lontano possibile da pc, tv, telefonini, stereo etc.

2) In casa in generale. Evita che le finestre e le porte siano poste l’una di fronte l’altra. L’energia tra di esse potrebbe essere troppo violenta con il rischio che non circoli bene nelle altre parti della stanza.

3) In casa e nell’ingresso. Fai in modo che nella tua casa ci sia un arredo con linee ammorbidite. L’energia fluisce meglio in questo modo. Il massimo sarebbe poter avere un ingresso con un’entrata curva per far muovere dolcemente il Chi.

4) I passaggi. Fai in modo che le porte si chiudano tutte bene. Evita di mettere oggetti che ostruiscano il passaggio oppure oggetti taglienti e minacciosi cactus che danno un senso di poca ospitalità.

5) In cucina. Utilizza tutti i fornelli. Essi rappresentano ciò che ti dà da mangiare e in senso traslato le entrate di denaro.

Non fare in modo che ti siano chiuse le possibilità di ricevere da altre fonti.

6) In bagno. Lascia la tavoletta del water sempre chiusa, sopratutto durante lo scarico per evitare che vengano risucchiate le energie dell’ambiente.

7) In ogni stanza. Per purificare un ambiente (anche solo per dormire bene) lascia in una bacinella per 24 ore acqua e sale, due ottimi elementi per risucchiare le energie negative.

8) Quando puoi. Fai periodicamente dei cicli di pulizia (non necessariamente intesa con sapone e strofinacci) in cui butti via oggetti inutili che non usi perchè rotti, vecchi o legati a ricordi che vuoi dimenticare del passato.

Da un punto di vista energetico, tra le altre cose, tenere questi oggetti che non usiamo è un pò come dire all’Universo che in tempi di magra li riutilizzeremo (vedi abiti che non indossiamo più) alimentando la convinzione che effettivamente i periodi di ristrettezze economica ci saranno per davvero.

Spero che questi piccoli accorgimenti possano apportare cambiamenti positivi nella tua vita.

Se vuoi approfondire il discorso sul Feng Shui, lo farò molto più che volentieri, sia in un post che in privato.

Parlare di questi argomenti mi piace troppo!

:-)

Per informarsi su questi temi la letteratura è davvero satura di testi interessantissimi.

C’è il mio ebook dal titolo Feng Shui..mon amour (trovi la copertina sulla colonna a destra del blog) oppure il nuovissimo e-book di Gaetano Caira, Feng Shui e Armonia della mente. L’ho avuto in dono dal mio fidanzato (grazie!) appena  ieri e l’ho letto tutto di un fiato.

;-)

Oppure vi consiglio Il manuale del Feng Shui di Lam Kam Chuen

ed il mio libro preferito in assoluto Creare armonia del proprio ambiente (nn so neppur e io quante volte l’ho letto e nn so neppure se si riesce a trovare ancora in giro) di Karen Kingstone.

Ora la smetto..altrimenti nn la finisco più di parlare del Feng Shui.

Ciao ciao!

Simona

;-)

Il 2012 ed il black out sulla Terra

black-out

Ciò che riporto oggi è una notizia saltellata qui e lì in questi giorni sulle principali testate (nostrane e non). La Nasa annuncia che tra il 2012 ed il 2013 una tempesta solare provocherà il black out totale delle linee elettriche sul Pianeta e Repubblica.it propone uno scenario catastrofico.

Milioni di persone senza elettricità nel 2012, cibo e medicine che vanno a male nei frigo spenti, telefoni e satelliti fuori uso. Uno scenario da “day after” che potrebbe essere derubricato alla voce “catastrofismo”, se non fosse che l’allarme viene dalla Nasa e dalla National Academy of Sciences. E nella parte del cattivo che mette a repentaglio la civiltà, una volta tanto, non ci sono le attività umane, l’inquinamento o il riscaldamento globale.

Il nemico a sorpresa è il Sole, artefice della vita sulla Terra, che con un colpo di tosse potrebbe mettere ko le infrastrutture sulle quali l’Occidente prospera.

Da dicembre, l’attività del Sole sta lentamente aumentando. La nostra stella varia il suo campo magnetico ogni 11 anni e a un certo punto si raggiunge un picco di fenomeni (eruzioni solari e getti di massa coronale) dai quali si sprigionano grandi quantità di energia e di radiazioni.

Tali getti possono raggiungere la Terra dando luogo a tempeste geomagnetiche. L’atmosfera ci protegge, gli effetti diretti delle tempeste solari sulla salute sono trascurabili, ma il loro impatto sulle strutture socio-economiche potrebbe essere disastroso.

Gli astronomi osservano questi fenomeni dal 1859 quando una tempesta geomagnetica di proporzioni straordinarie, oltre a rendere possibile l’osservazione di aurore come quelle polari in Italia e a Cuba, fece incendiare alcuni cavi del telegrafo in Europa e negli Stati Uniti.

A maggio del 1921, un’altra tempesta provocò una serie di cortocircuiti, mettendo fuori uso le linee elettriche e quelle telefoniche sulle due sponde dell’Atlantico.

Ma cosa accadrebbe se eventi del genere si verificassero oggi che un’intera civiltà è stata fondata sull’elettricità e le telecomunicazioni?

La risposta degli esperti è tutt’altro che confortante: “L’energia elettrica è la chiave di volta tecnologica della società moderna, dalla quale dipendono tutte le altre infrastrutture e gli altri servizi”, si legge in un rapporto di 132 pagine commissionato dalla Nasa alla National Academy of Sciences.

“Se la tempesta del 1859 avvenisse oggi, assisteremmo a un’enorme devastazione sociale ed economica”.

Nel 1989, sei milioni di persone in Quebec sono rimaste senza energia per nove ore a causa di una tempesta geomagnetica dieci volte meno potente di quella del 1921. Secondo John Kappenmann, coautore del rapporto, se un evento come quello del ‘21 si ripetesse, le persone senza elettricità sarebbero stavolta 130 milioni.

Una riedizione della tempesta del 1859, che fu ancor più potente, farebbe danni per duemila miliardi di dollari. Ciò che spaventa particolarmente nelle tempeste geomagnetiche è la loro imprevedibilità.

Si sa che questo ciclo solare raggiungerà il prossimo picco tra il 2012 e il 2013, ma nella comunità scientifica non c’è accordo su quanto sarà intensa l’attivita della nostra stella in quel periodo. Spiega lo scienziato Doug Biesecker, della Noaa: “Basta un solo evento per creare enormi problemi: la grande tempesta del 1859 avvenne durante un ciclo particolarmente mite”. Proprio come quello che sta per iniziare. (Che fortuna…)

(Fonte: Repubblica.it)

Ben venga che i quotidiani parlino dei cambiamenti in atto, ben venga l’informazione sulle previsioni di eventi naturali di grossa portata, ma per favore, il catastrofismo lasciatelo a casa. Informate, ma non allarmate. :-)

E se non bastessero le rassicurazioni in merito, ti consiglio la lettura del testo 2012 IL MONDO NON FINIRA’

della filosofa MARZIA NICOTRI.

L’autrice, con tono pacato ma coinvolgente e incalzante, guida il lettore, passo dopo passo, a smascherare e comprendere l’infondatezza di tante teorie, scientifiche e non, che preannunciano la fine del mondo nel 2012. Rivela anche, con sottile ironia, l’inconsistenza di tanti allarmismi che da anni ci perseguitano, palesandone l’illogicità e svelando l’evidenza, che spesso ci sfugge per la sua semplicità e ovvietà.

Scarica ora GRATUITAMENTE il report:
"Perchè non ha senso temere la data 2012"



Inserisci qui in basso il tuo nome e l'e-mail su cui desideri ricevere il report OMAGGIO

NB: iscrivendoti riceverai immediatamente il report e successivamente altri omaggi, inoltre sarai avvertito di tutte le novità legate a questo sito (in ogni email sarà presente un link per cancellarsi e non ricevere più notifiche, quindi massima libertà). I dati non saranno mai ceduti a terzi. Inserendo i propri dati si accettano automaticamente queste condizioni. Inserendo il nome e l'email nel form si dichiara anche di aver letto ed accettato interamente l'informativa sulla privacy.
Come diventare una Dea
Tre passi per essere divina

di Simona Vitale



L'intento dell'ebook non è soltanto quello di andare a recuperare una memoria mitica perduta ed in parte rimossa, ma anche quello di fornire le tre chiavi per vivere appieno la femminilità: consapevolezza, creatività ed autorità interiore, nonché di contribuire alla diffusione di una forma pensiero egualitaria, di sostanziale pace tra i sessi e di valorizzazione delle specificità di genere.

Clicca qui per acquistarlo a 5,90 euro

DONNE ED AUTOSTIMA
ANSIA? NO PROBLEM
Ad
IMPARA A DIRE NO
Ad
CAVALCA LA FORTUNA
Ad
LA SOLUZIONE ALL’INSONNIA
TOP E-BOOK

Ebook
LE 7 DEE E GLI 8 DEI DENTRO DI TE
LE 7 DEE E GLI 8 DEI