Articoli marcati con tag ‘Creazione’

L’arte di far accadere le cose

leggero

Sai chi sei veramente?

Sei un Dio che ha dimenticato di esserlo. Sei pura divinità che cammina, ma che ha perduto il ricordo della sua essenza più profonda.

La storia su come abbiamo dimenticato della nostra regalità divina è descritta da Mike Dooley (uno dei tanti autori di “The Secret“) nell’introduzione del suo libro “L’arte di far accadere le cose” di cui riporto la genesi dell’umanità.

Non molto tempo fa, nelle distese sotto l’Infinito si formò un consiglio di impavidi esploratori - soldati di ventura molto simili a voi – che avevano preso a noia la perfezione, l’immensità e la beatitudine senza limiti.

Potevano possedere qualsiasi cosa volessere possedere. Potevano cambiare qualsiasi cosa volessero cambiare.  Potevano diventare qualasiasi cosa volessero essere.

La loro esistenza era diventata così insopportabilmente monotona che ormai facevano fatica a sentirsi i grandi Avventurieri che erano. Non erano abbastanza, convennero tutti: bisognava fare qualcosa. Quindi, essendo quelli che erano, decisero di inventare per la loro realtà una dimensione nuova“.

(…)

Così…”cominciarono ad esplorare le infinite possibilità che improvvisamente si aprivano davanti a loro” arricchendo il loro gioco di nuove sfide ed opportunità.

Inventarono ad esempio LO SPAZIO, giacchè prima erano in tutti i luoghi contemporanamente ed inventarono LA MATERIA.

Ogni pensiero e desiderio prendeva così una forma e la materia cominciò a riempire lo spazio fisico.

Per rendere ancora più stimolante l’esperienza allora gli Avventurieri si nascosero nella Materia e cominciarono a riferirsi a se stessi, da quel momento, come UMANI.

Questo portò alla necessità di ritrovarsi l’un l’altro nella materia esistente; fu così che finalmente si creò IL TEMPO.”

Gli Avventurieri trascorsero così tanto tempo a giocare ed esplorare le nuove possibilità della creazione che dimenticarono di essere essi stessi delle proprie creazioni e dimenticarono finanche di essere dappertutto, infiniti ed immortali.

“Man mano che il tempo passava, caddero in una trance sempre più profonda che cominciarono a sentirsi intrappolati nei loro corpi, privi di ogni potere all’interno delle loro creazioni.

Non si rendevano più nemmeno conto che erano loro stessi, con i loro pensieri a creare gli oggetti e gli eventi della loro vita e, sebbene rispetto a prima nulla fosse cambiato, iniziarono a considerare quegli oggetti ed eventi come qualcosa da combattere.”

Scaturirono così una molteplicità di emozioni, alcune piacevoli ed entusiasmanti, altre angoscianti e destabilizzanti come LA PAURA.

Dopo un pò scoprirono poi che queste emozioni erano tutte utili per la propria evoluzione e per sperimentare nuove forme di sentire.

Alcuni di essi si risvegliarono dal torpore e continuarono a partecipare al gioco cosmico dell’esistenza con un grado di consapevolezza maggiore ed un maggiore divertimento.

Altri cominciarono a ricordare che “solo smarrendo se stessi e diventando schiavi delle loro illusioni quegli Avventurieri hanno potuto essere condotti emotivamente – grazie ai loro ardenti desideri – a riconoscere e rivendicare la loro profonda divinità.”

Questa storia, narrata da Mike Dooley e da me elaborata e riassunta qui, non è solo una favola, ma ha più analogie con il vero di quanto si possa immaginare.

L’origine del motto, ormai noto in ambito di legge di attrazione secondo cui “I pensieri diventano cose” è da ricercarsi nella nostra genealogia divina e nelle nostre dormienti facoltà di operare sulla realtà.

Qualunque cosa tu stia facendo non dimenticare la parte divina che in te dimora, benedicila e rispettala così come faresti con la divinità che alberga negli altri individui.

Che le tue presenti e future creazioni siano consapevoli ed animate da uno spirito gioioso e gaio.

Che i tuoi pensieri più raggianti possano allinearsi con ciò che il tuo cuore desidera.

<3 <3 <3

Namastè

Simona


L’incatesimo delle parole

d777ea480cb58fda

Oggi parlerò di quelle frasi e di quei modi di dire che influenzano la nostra realtà.

Elencherò in particolare quelle parole che hanno un impatto forte sul  nostro corpo e ne determinano lo stato di salute.

Le parole, come detto nel precedente post, lasciano sempre un segno, specie se ripetute e a volte contribuiscono addirittura all’insorgere di un disturbo fisico.

Come dice Roberto Re in Leader di te stesso:

“L’uso sbagliato delle parole nel descrivere le esperienze della nostra vita può distruggerci emotivamente tanto quanto la scelta di parole più produttive può far scaturire in noi emozioni assoultamente positive.

Le cose che ci diciamo costantemente e intensamente poco per volta diventano la nostra realtà”.

Come fare allora? Prendendo coscienza di ciò che diciamo, scegliendo accuratamente le nostre parole prima di proferirle a noi stessi e agli altri.

Suggerisce ancora Re infatti:  “Una buona pratica quotidiana che potremmo fare relativamente a questo è cercare di diventare più consapevoli del linguaggio che utilizziamo ogni giorno, accentuando l’uso di colori brillanti in tutte le loro sfumature e attenuando il più possibile i toni cupi”.

Da una maggiore consapevolezza deriva pertanto un maggior controllo non solo sul fluire delle parole, ma anche delle emozioni che si celano dietro di esse.

Alcune frasi da evitare nascondono il nostro modo di vedere il Mondo che poi appare ai nostri occhi a conferma di come lo immaginiamo.

Tra queste programmazioni inconsce ci sono quelle che hanno una ripercussione sfavorevole come ad esempio i modi dire che dipingono la vita come difficile  e faticosa:

- La vita è una lotta

- Nella vita bisogna lavorare duro

- I soldi non si trovano dietro l’angolo

- Per essere belle bisogna soffrire

- Nella vita non si può fare tutto quello che si vuole

- Non si può avere tutto

- Le disgrazie non arrivano mai da sole

-Prima o poi tocca a tutti

-Quando uno nasce disgraziato…

- Chi nasce servo non nasce padrone

- Ridi oggi, piangi domani

- Tutte le cose belle finiscono

- Non si diventa ricchi senza sporcarsi le mani

- Non si impara niente gratis

- Quando smetti di lavorare sei finito

…e così via.

Una volta presa coscienza della potenziale dannosità di certe espressioni andrebbe poi corretta con un affermazione dal carattere depotenziante.

Se diciamo ad esempio: “Da questa situazione non ne uscirò mai” andrebbe sostituita con una frase del tipo: “Non so come, ma ne uscirò“.

Oppure invece di dire: “Questa cosa mi ha colpito“  sarebbe più opportuno cambiarla con “Questa cosa mi ha parecchio interessato” ecc.

Alcune parole poi, per la loro carica simbolica che il subconscio capta e traduce in senso letterale, se reiterate nel tempo possono provocare malanni.

E’ il caso dell’elenco che segue, meravigliosamente redatto dalla psicoterapeuta Claudia Rainville nel libro “Metamedicina -Ogni sintomo è un messaggio” con tanto di suggerimenti su come contrastare l’effetto nocivo delle parole:

DA ANNULLARE

Non ho forza

SINTOMO

Debolezza

DA UTILIZZARE

Sono un pò più forte ogni giorno

——————————————————————————————

Non ho energia

SINTOMO

Stanchezza

DA UTILIZZARE

Sono ogni giorno più energico

——————————————————————————————

Devo sempre trattenermi

SINTOMO

Stitichezza

DA UTILIZZARE

Mi lascio sempre più libero di  essere me stesso

——————————————————————————————-

Mi sento soffocare

SINTOMO

Problemi respiratori

DA UTILIZZARE

Mi prendo il mio spazio sempre di più

——————————————————————————————–

Non riesco a digerirlo

SINTOMO

Mal di stomaco

DA UTILIZZARE

Non mi è facile accettarlo

——————————————————————————————-

Ce l’ho ancora nel gozzo

SINTOMO

Mal di gola

DA UTILIZZARE

Mi concedo del tempo per assimilarlo

——————————————————————————————–

Questa faccenda mi brucia ancora

SINTOMO

Bruciore di stomaco

DA UTILIZZARE

Per me non è facile da accettare

——————————————————————————————–

Mi prende alle viscere

SINTOMO

Mal di pancia dolorosi o emorragie

DA UTILIZZARE

Questa cosa mi tocca in profondità

——————————————————————————————–

Ho il morale a terra

SINTOMO

Depressione

DA UTILIZZARE

Domani andrà meglio

———————————————————————————————

Mi prende alla gola

SINTOMO

Asma, probemi respiratori

DA UTILIZZARE

C’è sempre una soluzione

——————————————————————————————–

Mi sembra di non andare avanti

SINTOMO

Male ai piedi

DA UTILIZZARE

Sto studiando quale è il passo migliore da fare

———————————————————————————————

Mi faccio un fegato grosso così

SINTOMO

Problemi al fegato

DA UTILIZZARE

Ho fiducia che le cose migliorino

———————————————————————————————

Ho sempre dovuto mandare tutto giù

SINTOMO

Cancro alla laringe

DA UTILIZZARE

Imparo ad esprimermi

——————————————————————————————–

Mi faccio cattivo sangue

SINTOMO

Setticemia, Colesterolo

DA UTILIZZARE

Non sono del tutto tranquillo, ma sto imparando ad avere

fiducia

——————————————————————————————–

Devo sempre combattere

SINTOMO

Malattie del sangue, leucemia

DA UTILIZZARE

Bisogna che cerchi delle soluzioni

——————————————————————————————–

Non c’è mai nessuno che mi sostenga

SINTOMO

Disturbo all’arco dei piedi

DA UTILIZZARE

Ho imparato a contare su me stesso

——————————————————————————————–

Ingrasso anche solo bevendo acqua

SINTOMO

Obesità

DA UTILIZZARE

L’acqua elimina i grassi superflui

——————————————————————————————–

Mi fa cagare

SINTOMO

Diarrea

DA UTILIZZARE

Non mi piace

——————————————————————————————–

Mi rode, mi logora

SINTOMO

Cancro, amputazione

DA UTILIZZARE

Non mi dà tutto ciò che vorrei

——————————————————————————————–

Finanziariamente sono nella merda

SINTOMO

Problemi al colon

DA UTILIZZARE

Le cose si sistemeranno

——————————————————————————————–

Questa non è vita

SINTOMO

Polmonite

DA UTILIZZARE

Bisogna che trovi delle soluzioni per facilitarmi la vita

——————————————————————————————–

Mi spezza il cuore

SINTOMO

Problemi cardiaci

DA UTILIZZARE

Mi rattrista

——————————————————————————————–

Mi hanno trascinato nel fango e coperto di merda

SINTOMO

Problemi al retto

DA UTILIZZARE

Questa storia mi ha toccato nella mia integrità

——————————————————————————————–

Come vedi sono davvero numerose le espressioni di uso comune che contribuiscono a creare a nostra insaputa le condizioni per l’instaurarsi di una patologia.

Ogni linguaggio gergale o dialettale ha poi espressioni diverse che qui per ovvi motivi non potevano essere tutte contemplate.

Me ne sovviene una tipica delle mie parti che sta and indicare una condizione di sofferenza penosa: “gettare il sangue” espressione che allude metaforicamente ad un’emorragia e di conseguenza perdita di vita e di gioia.

L’elenco sarebbe lunghissimo, ma spero che questi esempi siano stati utili, così quando starai per  pronunciare una parola -incantesimo ne sarai cosciente e ad avrai tutto il tempo per sostituirla con un’espressione più felice.

Buone chiacchiere consapevoli!

Simona

:-)

PS

Non è che alla sola pronuncia di una frase di questo tipo magicamente si manifesta il disturbo, ma la verbalizzazione ripetuta nel tempo predispone all’insorgenza di un malessere. Ovviamente gli esempi hanno un valore illustrativo e gli effetti non sono immediati, così come l’insorgenza delle malattie è solo potenziale.

Scarica ora GRATUITAMENTE il report:
"Perchè non ha senso temere la data 2012"



Inserisci qui in basso il tuo nome e l'e-mail su cui desideri ricevere il report OMAGGIO

NB: iscrivendoti riceverai immediatamente il report e successivamente altri omaggi, inoltre sarai avvertito di tutte le novità legate a questo sito (in ogni email sarà presente un link per cancellarsi e non ricevere più notifiche, quindi massima libertà). I dati non saranno mai ceduti a terzi. Inserendo i propri dati si accettano automaticamente queste condizioni. Inserendo il nome e l'email nel form si dichiara anche di aver letto ed accettato interamente l'informativa sulla privacy.
Come diventare una Dea
Tre passi per essere divina

di Simona Vitale



L'intento dell'ebook non è soltanto quello di andare a recuperare una memoria mitica perduta ed in parte rimossa, ma anche quello di fornire le tre chiavi per vivere appieno la femminilità: consapevolezza, creatività ed autorità interiore, nonché di contribuire alla diffusione di una forma pensiero egualitaria, di sostanziale pace tra i sessi e di valorizzazione delle specificità di genere.

Clicca qui per acquistarlo a 5,90 euro

DONNE ED AUTOSTIMA
ANSIA? NO PROBLEM
Ad
IMPARA A DIRE NO
Ad
CAVALCA LA FORTUNA
Ad
LA SOLUZIONE ALL’INSONNIA
TOP E-BOOK

Ebook
LE 7 DEE E GLI 8 DEI DENTRO DI TE
LE 7 DEE E GLI 8 DEI