Articoli marcati con tag ‘coscienza’

Sul caso Sakineh

sakineh_mohammad_ashtiani

C’è una foto da diversi  giorni a questa parte che compare in giro.

E’ un primo piano di una donna con intorno al viso un velo nero. Il suo nome è Sakineh Mohammed Ashtiani ed è condannata a morte per adulterio ed omicidio.

La vicenda si svolge in Iran, ma il caso ha toccato l’opinione pubblica mondiale ed in diverse città si sono svolte proteste per far sospendere la sua lapidazione.

Perchè?

A prima vista perchè un reato di adulterio punito con la lapidazione sembra una sanzione sociale troppo barbara ed incivile per i popoli “democratici e occidententali”. E questo senso di empatia transnazionale ha mobilitato e sensibilizzato persone molto distanti tra loro.

Ma ad uno sguardo più approfondito c’è qualcosa che non torna sul caso Sakineh.

Perchè mobilitarsi proprio per lei?

Perchè non farlo per altre donne che con il medesimo reato (vero o presunto) di adulterio sulle spalle vanno incontro alla stessa condanna?.

Quanti casi del genere vengono tenuti fuori dai circuiti dell’informazione?

Sulla sua vicenda c’è stata un’inflazione di informazione, perchè invece c’è un’assoluta assenza di comunicazione su altri casi simili?

Se volessimo farci sedurre da una tesi cospirazionista potremmo addirittura supporre che il caso Sakineh sia un pretesto messo in piedi dal governo americano per diffondere l’immagine dell’Iran come paese arretrato nel quale vengono violati i diritti civili.

Quale migliore occasione allora per esportare un po’ di sana “democrazia americana“?

Del resto l’attacco all’Iran era già stato abbondantemente preannunciato, ma mancava una buona scusa per “democratizzare il paese” alla maniera U.S.A.

Ecco allora un’occasione d’oro per innescare il vecchio processo che ha sempre funzionato in ambito di politica internazionale e che va sotto il nome di : PROBLEMA – REAZIONE – SOLUZIONE.

Ora, lasciando le teorie complottiste (per quanto ne potremmo sapere Sakineh potrebbe anche non esistere affatto come Bin Laden, malaticcio e barbuto che comanda un esercito terrorista da un bunker sotterraneo sperduto chissà dove) c’è un fenomeno reale ed innegabile ed è la disparità di trattamento riservata ad alcune donne.

Ed il caso Sakineh  (reale o artificioso che sia) ha dimostrato una grande sensibilità di massa verso questa tema.

Ora però la strada per cambiare le cose non può ridursi al tam tam di pubblicazioni e replicazioni dell’immagine di una donna presa a simbolo della mancanza dei diritti civili.

Non andremo molto lontano  se ci limitiamo a condividere  link con l’immagine di Sakineh sul nostro profilo Facebook.

Per quanto siano encomiabili gli intenti di sospendere la sua lapidazione, sovrapponendo la sua immagine a quella del nostro profilo privato nei social network che frequentiamo, continueranno a sussistere casi del genere se non alimentiamo una nuova forma pensiero che non tolleri più differenze di genere.

Detto in altri termini, io non voglio condividere un link per fermare una lapidazione (ammesso che questo cambi le cose) voglio diffondere una forma mentis capace di non concepire più l’associazione adulterio-lapidazione.

E’ a monte che andrebbe pensato il cambiamento, non a valle.

Voglio che si formi una massa critica sufficientemente ampia da rendere impossibile il concepimento di pensieri di disuguaglianza di genere.

Sembrano sogni impossibili, ma Gregg Braden insegna con la teoria della centesima scimmia che un cambiamento di pensiero  se riesce ad essere sufficientemente divulgato può raggiungere una sorta di quorum, di massa critica necessaria per modificare le regole del gioco.

Per quanto posso, mi sto impegnando ad innestare un pensiero di equità e di pace, di confronto dialettico tra i generi attraverso un progetto chiamato

Risveglia la Dea che è in te. Riappropriarsi del potere femmineo

Qui sotto

troverai il manifesto del progetto:

Risveglia la Dea che è in te. Riappropriarsi del potere femmineo” è volto alla costruzione di una massa critica sufficientemente ampia per diffondere una forma-pensiero di effettiva equità nei generi sessuali.

Per il recupero di un modo di pensare pacifico e rispettoso della terra, il ruolo del femmineo è determinante. E’ un movimento che promuove iniziative concrete per la divulgazione di nuove rappresentazioni sociali della donna che tengano conto della sua specificità di genere.

E’ inoltre rivolto al recupero della dignità di genere attraverso il confronto su tematiche al femminile.

Per intenderci, non ci limiteremo a pubblicare notizie su casi di mancata emancipazione e violazione dei diritti della donna  ma  lavoreremo con l’impegno affinché un nuovo paradigma di pensiero non permetta mortificazioni e denigrazioni dell’essere donna.

Per fare ciò saranno previsti workshop, seminari dal vivo e materiale audio/video da far circolare.

Per iscriverti al progetto e creare un circuito virtuoso di donne che perseguono le medesime finalità, basta registrarsi qui in basso:

http://simonavitale.com/

Grazie per aver aderito a quest’iniziativa.

Ogni bene!

Simona

:-)

2012..che fare?

Molti mi scrivono in privato e mi chiedono più o meno cose simili alla frase che segue:

Ok il 2012 è un anno indicativo, in realtà dobbiamo vivere nel qui ed ora, ma nel frattempo..adesso… che dovrei fare?”

Altra domanda che mi si pone è la seguente:

Si..si andrà tutto bene…ma all’approssimarsi del 2012 io scorgo intorno a me cambiamenti di grossa portata e un pò ne temo l’impatto..allora che fare?

Questo post è dedicato a quanti si interrogano con quesiti simili e a loro dedico le sagge parole di Kryon, l’entità angelica (che ci aiuta ad elevare la vibrazione del nostro pianeta) canalizzata da Lee Carroll nonchè da Angelo Picco Barilari (è nel video in alto) in Italia.

Io Kryon, con il mio Servizio

Magnetico ho elevato l’energia di

questo pianeta stendendo tutto intorno al

pianeta una griglia energetica, dei circuiti

energetici per stimolare l’Energia del Pianeta.

“Questo può comportare dei cambiamenti e i cambiamenti possono portare timore.

Tuttavia se sei consapevole di te stesso, di colpo ti scompare ogni paura, ogni ansia, sei a casa tua, ovunque tu sia.

Se invece continui ad identificarti con i possessi materiali, emotivi, mentali, ebbene continuerai a farti del male.

Se invece ti saldi sempre di più all’Essere Spirituale che tu sei, tutti gli attaccamenti scompaiono e finalmente fluisci attraverso l’esistenza e, in quel momento, ciò che tu chiami Dio si può riversare dentro di te.

Quando tu fluisci e sei scomparso, diventando un tutt’uno con l’esistenza, diventi, per usare un’immagine della tradizione hindu, lo Shiva danzante, la danza di Shiva, colui che continua a ballare e a muoversi beato nell’universo, senza mai fermarsi.

Diventi la testimonianza dell’Energia stessa che si muove. Ebbene quando tu diventi questo gesto, a quel punto sei in contatto con Dio e la tua vita diventa facile, ogni paura scompare.

Dunque Kryon in Rivelazioni sul 2012 e la Nuova Era” suggerisce di restare centrati, nell’armonia del cuore, nell’equilibrio del proprio Essere in ogni momento, così facendo ci si immerge in uno stato di pace e di lucidità, qualunque siano le circostanze intorno.

Così facendo si ottiene inoltre un doppio risultato positivo che si riversa beneficamente sugli altri perchè -dice sempre Kryon – :

La tua vibrazione comincia ad espandersi verso gli altri e aiuti gli altri con il cambiamento, senza fare praticamente niente.

“Arriverai ad un punto in cui basterà la tua presenza in una stanza, in un posto, a cambiare l’Energia di Dio o di quello che tu chiami Dio.

Questo processo di Energia migliorerà così tanto dentro di te che tutto ciò che è attorno ne sarà ricolmo e, a sua volta, si riverserà dentro di te perchè non ci sarà più separazione, ci sarà solo ed esclusivamente unità con coscienza e di coscienza.

Questo aiuta la trasformazione, aiuta il pianeta, aiuta l’umanità in questo passaggio ed è per questo che io Kryon, ho molta fretta di renderti consapevole.

Come abbiamo visto, dunque, pensare al proprio benessere e alla propria evoluzione spirituale è tutt’altro che un comportamento egoico bensì costituisce un atto preliminare per il sostegno di altri fratelli i quali, come di riflesso, si illuminano della Luce che da noi sprigiona.

Kryon ci spiega la ragione di questo fenomeno:

Tu sei legato alla vita di ogni Essere Umano, ogni Essere Umano è interdipendente ed è legato ad un filo sottile con gli altri esseri umani, i quali a loro volta sono legati a fili energetici sottili di Entità di Luce.

Se ogni Essere Umano eleva la propria Energia, la propria luce, per la legge universale della corrispondenza (puoi chiamarla anche Legge di Attrazione), si eleva ad unirsi con Entità  a lui consone.

Ci stiamo dirigendo verso un’epoca in cui sempre più ci sarà l’integrazione tra il cuore e lo spirito, tra la polarità maschile e femminile, tra l’emisfero destro e quello sinistro poichè stiamo trascendendo la dualità caratterizzante l’era dei Pesci.

Nell’epoca dei Pesci infatti la dualità ci è servita per fare esperienza e per apprendere determinate lezioni, ma ora – ci ricorda Kryon -

Sei nell’Era dell’Acquario e l’Era dell’Acquario dice che come puoi sviluppare i tuoi organi di Luce, la tua coscienza, la tua sensibilità, la tua intuizione non è necessario che tu fisicamente vivi un’esperienza negativa per apprendere qualcosa.

Se tu sei vigile,  sei attento, sei sensibile, sei centrato non è più necessità di viverla.

Quindi per rispondere alla domanda di cui sopra,cosa puoi fare per migliorare la tua condizione esistenziale e di conseguenza vibrazionale”?

Pensare a te stesso, concentrarti su ciò che più desideri raggiungere, abbandonarsi all’idea della provvidenza universale, individuare la propria vocazione e seguirla, alimentare un senso di dignità per se stessi.

La dignità è infatti, tra tutte le virtù, la più affascinante e non va intesa come un senso di altezzosità bensì come accettazione e rispetto per se stessi.

A proposito della dignità Kryon dice che:

Non è un senso fisico, non è la vista, non è l’udito, non è il gusto, non è il profumo, ma è un senso che riguarda lo Spirito, che riguarda l’Anima.

Quando cominci a decidere per te stesso ciò che desideri, inizi ad avere dignità e avendo dignità non permetti più a nessuno, in nessun modo, chiunque esso sia, fosse lo stesso Kryon in persona di poterti mettere i piedi in testa, di poterti sottomettere, in qualsiasi modo, in quasiasi maniera“.

Mi piace moltol’idea dell’Essere di Luce fiero, ma non altezzoso; attento a sè ed altruista; concentrato in ciò che fa, ma con il giusto distacco per non lasciarsi imbrigliare nei tormenti emotivi; traboccante di amore e forte; lucido e ricco di immaginazione creativa.

Se questo è l’uomo della Nuova Era allora stiamo ben messi, direi.

:-)

Grazie infinite Kryon per i tuoi scritti, la tua presenza ed il tuo lavoro energetico.

Con amore

<3 <3 <3

Simona

Influenza suina e tamiflu

Oggi scrivo un post di quelli che farebbero impazzire i teorici del complotto ed i fan di David Icke

Internet serve anche a questo, ad informare laddove l’informazione è lacunosa nei media tradizionali.

Tra le tante rivoluzioni sociali apportate dall’era di Internet c’è ne è una che è sotto gli occhi di tutti: l’ampliarsi delle fonti di informazione e la possibilità di crearsi una zona di dibattito pubblico svincolata dalla voce dei media generalisti.

Internet ha insinuato il dubbio. Il dubbio che l’informazione proveniente dalla tv, dalla radio e dai giornali potesse essere non vera.

Un tempo si diceva che una cosa era vera perchè l’aveva detta la tv.

Oggi la legittimità di un’informazione non è data dal fatto che è veicolata dalla tv, anzi, a volte, quella stessa provenienza fa vacillare la veridicità di un fatto.

Internet ha aumentato le voci, ha dato a tutti un microfono grazie al quale poter dire la propria, spesso in contrasto con gli organi istituzionali.

La Storia con la esse maiuscola, quella ufficiale si frantuma in tante storie, in tante interpretazioni, quanti sono i fruitori e costruttori dell’informazione stessa.

Internet ha così anche creato il suo maggiore paradosso: ad un aumento delle voci aumenta anche la confusione dell’informazione.

Più democrazia, più fonti, più caos nell’orientarsi nel mare magnum dell’informazione.

E’ il paradosso della Torre di Babele. Se tutti parlano si rischia di non capire più chi sta dicendo e che cosa.

Qualora si volesse credere alle tesi della manipolazione dell’informazione, questo rubinetto sempre aperto di immagini e di suoni che è il panorma multimediale in cui siamo immersi gioverebbe alla causa dei signori del complotto e per una ragione precisa.

Maggiori fonti comunicative non producono maggiore informazione necessariamente. Anzi. Se le informazioni sono contradditorie è come non produrre affatto informazione o produrla falsificata.

Mistificare un fatto o raccontare tesi contradditorie sul fatto stesso provoca il medesimo stato di ignoranza.

Dall’altra parte però grazie ad Internet, il teatrino che ha messo in piedi lo spettacolo dell’informazione unilaterale (calata dall’alto e presa per buona così come è) sta mostrando il suo dietro le quinte.

Lo show orchestrato ad arte appare più come fiction che come rappresentazione della realtà.

La grande narrazione che tiene unito l’Occidente postmoderno (contro magari un sedicente Oriente premoderno) non è più legittima. Appare come una favola.

Il colossale film dell’attacco alla civilità democratica per antonomasia è passato attraverso internet come un film per l’appunto e non come un documentario giornalistico.

Aumenta da un lato la criticità ed il livello di consapevolezza dei fruitori delle informazioni, dall’altro aumenta la confusione di questi, sempre più immersi in un continuum comunicativo dove notizie importanti ed inezie si mescolano senza alcun principio di causa-effetto.

Lì dove non aumenta il senso critico rispetto agli eventi raccontati dai media, allora aumenta il disagio nel dover elaborare una massa informe e troppo estesa di dati che pervengono ogni giorno da fonti diversissime e innumerevoli.

Nel secondo caso, aumenta allora l’indifferenza dovuta all’incapacità di dover gestire un quotidiano calderone di informazione  senza senso .

Ci sono allora quelli a cui non interessa affatto se Bin Laden esiste o meno, se la crisi economica sia stata pianificata a tavolino, se la febbre suina sia una bufala, o che cavolo fanno in Iraq le nostre truppe.

Il mondo è divenuto troppo complicato per loro, preferisco perdersi nel chiacchiericcio vacuo e rassicurante di una conversazione effimera, che ha la stessa tenuta di una messa in piega, ma è tanto rassicurante e non mette in crisi un sistema di credenze sempre più autocentrato e individualistico.

Poi ci sono quelli che, consapevoli della manipolazione dell’informazione (e degli intenti che i registi di questo film proiettato nelle sale collettive) abbracciano le armi della parola e spargono fiumi di inchiosto (o di bit presumibilmente) contro il Sistema (sempre con la esse maiuscola).

Personalmente consiglio di non inveire contro i signori della manipoalzione, nè rinchiudersi in un atteggiamento snobistico e rinunciatario di riflessione critica degli eventi che passano, ma di costruire assieme un nuovo paradigma dell’informazione non più basato sull‘occultamento (come prima) nè sul bispensiero (come adesso), un sistema fondato sulla chiarezza e la trasparenza, in un’unica parola molto retrò e quasi tabù: la verità.

A proposito dello smettere di raccontarci frottole, per l’influenza suina i governi spingono ad utilizzare il farmaco tamiflu (già ampiamento promosso per l’aviaria mentre poi si è verificato ininfluente su tale malattia) che provoca i seguenti effetti indesiderati:
Nausea, vomito, diarrea, dolori addominali, mal di testa.
Rari: epatite, eruzioni cutanee, reazioni allergiche tra cui anafilassi e sindrome di Stevens Johnson.
Altri: necrolisi epidermica tossica, aritmia cardiaca, sequestro, confusione, aggravamento del diabete e colite emorragica.

Effetti neurologici: difficoltà di coscienza, allucinazioni, delirio, comportamento anomalo, autolesionismo.

A parte questo è un buono farmaco O______O

2012 e i segni dei tempi

Con oggi inauguro una nuova categoria “I segni del cambiamento” nella quale saranno raccolti articoli e notizie in genere che compaiono sui media e che, a mio avviso, testimoniano il passaggio da un’Era all’altra che stiamo tutti vivendo.

I cambiamenti in corso sono sia esterni che interni. E con un po’ di attenzione è facile accorgersi che tutto intorno si registrano fatti sconvolgenti.

I cambiamenti interni riguardano ad esempio l’accresciuto interesse per le discipline olistiche, l’esoterismo, l’angelologia, l’occultismo, la magia in genere, la meditazione etc.

I cambiamenti esterni riguardano ad esempio eventi climatici significativi, accadimenti naturali e geologici di grande portata ed impatto etc.

L’evento che ha destato il mio interesse rientra nel primo tipo ed è di quelli apparentemente mondani.

Il fatto su cui si è posata la mia attenzione riguarda un eccezionale concerto tenutosi a New York nei primi di Aprile, voluto dal regista David Lynch per promuovere niente di meno che la meditazione trascendentale.

:-O

La cosa che mi ha stupito è che a questo evento prestigioso ( a cui hanno preso parte gli ex Beatles Paul McCartney e Ringo Starr, nonché i musicisti Moby, Sheryl Crow, Ben Harper ed altri) e seguitissimo avesse come scopo la diffusione di una pratica antica e spirituale come la meditazione.

Riporto testualmente dalle pagine del quotidiano “Repubblica” del 6 aprile 2009

Lynch ha iniziato evocando con un filmato l’oceano, l’immagine chiave della meditazione trascendentale. “Credetemi”, ha detto, “il vero cambiamento inizia dentro di noi…Il principio è elementare: per un vero cambiamento bisogna partire da se stessi, combattere la depressione, l’aggressività, e bisogna cominciare dai bambini, insegnando loro consapevolezza di sé, la creatività, la capacità di liberarsi dagli impulsi negativi. A questo mira la Fondazione David Lynch”.

Che meraviglia…che si cominci a parlare di questi argomenti attraverso manifestazioni internazionali e di grande impatto mediatico.

Qualcosa davvero sta cambiando e di grosso!

;-)

Risvegliarsi…

Se nel sonno la coscienza si addormenta, nel sogno l’esistenza si sveglia

(Michel Foucault)

Questo post trae spunto da un interessantissimo film che segnalo: Waking Life – Risvegliare la vita del regista  Richard Stuart Linklater (di cui riporto il mio spezzone preferito).

Il film (girato interamente con la tecnica di animazione in rotoscope) è del 2001 ed ha per oggetto i Sogni lucidi ovvero quel processo mediante cui si è coscienti di star sognando all’interno della propria dimensione onirica.

Molte sono le tecniche suggerite, sopratutto in ambito sciamanico, su come diventare padroni dei propri sogni e manovrarli a proprio piacimento, decidendo di vivere questa o quest’altra avventura onirica.

Fin qui niente di nuovo. Ma quale è l’illuminazione scaturita dalla visione del film?

Beh, quando gli sciamani fanno riferimento alla presa di coscienza che si sta sognando non fanno riferimento al mondo onirico semplicemente, ma anche a quello della veglia.

Risulta pertanto un invito a risvegliarsi quando si vive ad occhi aperti e a prendere le redini del proprio destino, cavalcandolo da protagonisti.

Si è più addormentati nella veglia che nel sonno.

Risvegliando la coscienza si è però capaci di manovrare questa proiezione olografica che è l’esterno della nostra mente.

Consapevoli che tutto ciò che stiamo vivendo ora è la semplice proiezione di ciò che abbiamo in testa (ma anche nel cuore..nelle emozioni e così via) possiamo modificare la realtà come preferiamo e plasmarla come in un sogno lucido.

Buon risveglio a tutti.

;-)

PS

Altri spezzoni del film sono rintracciabili su youtube.

PS2

Amo il tango suonato nella colonna sonora del film! ;-)

Wave of love

Il video postato è probabilmente tra i migliori (se non il migliore) che abbia trovato su youtube.

Ci sono parecchio affezionata e a volte mi capita di rivederlo con piacere.

Ha una forza vibrazionale incredibile e suggerisco di visionarlo con sincera partecipazione emotiva.

Il video invita al risveglio collettivo delle coscienze e al riconoscimento della matrice divina che è in noi.

Enjoy it!

;-)

Scarica ora GRATUITAMENTE il report:
"Perchè non ha senso temere la data 2012"



Inserisci qui in basso il tuo nome e l'e-mail su cui desideri ricevere il report OMAGGIO

NB: iscrivendoti riceverai immediatamente il report e successivamente altri omaggi, inoltre sarai avvertito di tutte le novità legate a questo sito (in ogni email sarà presente un link per cancellarsi e non ricevere più notifiche, quindi massima libertà). I dati non saranno mai ceduti a terzi. Inserendo i propri dati si accettano automaticamente queste condizioni. Inserendo il nome e l'email nel form si dichiara anche di aver letto ed accettato interamente l'informativa sulla privacy.
Come diventare una Dea
Tre passi per essere divina

di Simona Vitale



L'intento dell'ebook non è soltanto quello di andare a recuperare una memoria mitica perduta ed in parte rimossa, ma anche quello di fornire le tre chiavi per vivere appieno la femminilità: consapevolezza, creatività ed autorità interiore, nonché di contribuire alla diffusione di una forma pensiero egualitaria, di sostanziale pace tra i sessi e di valorizzazione delle specificità di genere.

Clicca qui per acquistarlo a 5,90 euro

DONNE ED AUTOSTIMA
ANSIA? NO PROBLEM
Ad
IMPARA A DIRE NO
Ad
CAVALCA LA FORTUNA
Ad
LA SOLUZIONE ALL’INSONNIA
TOP E-BOOK

Ebook
LE 7 DEE E GLI 8 DEI DENTRO DI TE
LE 7 DEE E GLI 8 DEI