Articoli marcati con tag ‘armonia’

Il fruscio delle stelle del mattino

stars

Questo articolo trae spunto dal best seller di Vadim Zeland: Il fruscio delle stelle del mattino, per l’appunto, il secondo volume della trilogia “Reality Transurfing“.

Sin da subito ho trovato il titolo del libro molto suggestivo e poetico, sebbene la mente razionale non riusciva a coglierne il senso.

Ma come si fa a mettersi in ascolto del fruscio delle stelle del mattino?

Le stelle mica hanno un suono-  diceva la mente – e, ammesso che lo emettano, noi siamo troppo distanti per riuscire a coglierlo.

Ed infine - borbottava la mente- se non riusciamo a sentire il suono delle stelle..come potremmo poi accorgerci del loro fruscio?.

Ovviamente “il fruscio delle stelle del mattino” è una metafora e sta indicare il segnale che emette la nostra anima quando vuole seguire la sua strada.

Affinare la capacità di ascolto de “il fruscio delle stelle del mattino” significa quindi – a detta di Vadim Zeland- prestare attenzione a quanto farebbe gioire, come ad una festa, la nostra anima.

Secondo Zeland, l’anima sa precisamente cosa vuole e cosa non vuole, cosa è in linea con il proprio cammino evolutivo e cosa non lo è, viceversa quello che non sa fare è comunicare con il linguaggio della mente razionale.

Come fare allora per decifrare i suoi desideri?

Essere vigili, presenti, lucidi. Evitare l’effetto zombizzante del tran tran quotidiano, in un’unica parola: vivere con consapevolezza.

Chi non è avezzo a vivere nel qui ed ora, potrebbe cominciare a sperimentare questo stato dell’essere, ponendosi durante il giorno, di tanto in tanto le seguenti domande: Dove sono in questo momento? cosa c’è intorno a me? a cosa sto pensando? che emozioni sto provando in questo momento?.

E’ un esercizio semplice che aiuta a prendere familiarità con il presente e riduce notevolmente l’effetto ipnotico e ammaliante della vita postmoderna (si pensi al solo intorpidimento dovuto al massiccio consumo di tv e videogiochi).

Crescere in consapevolezza comporta molti vantaggi tra cui una maggiore concentrazione, una maggiore efficienza e produttività e una riduzione degli stati emotivi negativi.

Dice Vadim Zeland a proposito: “Tanto più profondamente dormiamo da svegli, tanti più errori commettiamo“.

(…)

Abbiate cura di voi stessi con sollecitudine, rivolgetevi a voi stessi con partecipazione e attenzione. Allora la vostra anima si riscalderà e potrà dispiegare le sue ali“.

Dinanzi ad una grossa decisione o di piccolo rilievo, cerca di fare silenzio interiore recuperando la connessione con il momento presente e chiediti semplicemente “Anima, cosa desideri?

Anche se non ce l’hanno mai insegnato, la vita è una festa, è un banchetto, una dimensione in cui sperimentare creativamente le molteplici sfaccettature del nostro essere.

Permettiti quindi di essere ciò che vuoi, ciò che fa vibrare la tua anima all’unisono con l’Universo, sii audacemente te stesso,  e se non sai semplicemente cosa vuoi dalla vita rispondi solo alla seguente domanda: “Cosa trasformerà la mia vita in una festa?“.

Ognuno conserva in tasca la chiave per la felicità, alcuni non sanno di possederla, altri ancora sbagliano porta, altri non sanno che bisogna appena girarla nel chiavistello.

Acquisire un udito capace di ascolare il fruscio delle stelle del mattino ci mette tutti nella condizione di trovare la  porta d’accesso per realizzare la nostra vocazione e le aspirazioni più profonde.

Con amore.

Simona

2012: Non accadrà nulla di spiacevole a meno che non sia tu a richiamarlo

122-doomsday2012

Ciao,

in questi giorni di festa di relax e frastuono insieme, ho riflettuto in merito al tanto parlare intorno alla data Dicembre 2012.

Come sai, l’intento di questo blog è quello di diffondere informazioni sane e rassicuranti circa il futuro ed il cambiamento di coscienza in corso.

Sebbene il nome del blog sia proprio “Dicembre 2012” avrai notato che mi occupo di questo tema in maniera marginale.

A parte che che la data “Dicembre 2012″ è simbolica e non sta a designare un cambiamento repentino che avverrà allo scoccar della mezzanotte del 31 dicembre del 2011; e a parte che il “2012″ rappresenta una fase di passaggio nella quale siamo già immersi e che ci condurrà verso una transizione fisica ed eterica graduale…e allora perchè non parlo mai di cosa accadrà all’alba del 2012?

Per due ordini di motivi:

1) Perchè onestamente non mi importa granchè di ciò che accadrà nel futuro dato che coltivo il mio tempo nel presente.

2) Per non contribuire ad alimentare una forma – pensiero di angoscia verso gli anni che seguiranno, facendo il gioco di coloro che vogliono farci vivere nella paura.

Mi spiego meglio.

Il terrorismo psicologico che si è creato intorno alla data dicembre 2012 è sapientemente orchestrato e manovrato dalla regia occulta che muove i poteri del Mondo.

Il loro obbiettivo mira non solo ad innalzare il livello di paura a livello collettivo (con il conseguente abbassamento della frequenza vibratoria) ma anche a diffondere una preoccupazione sottile per il futuro, sdradicandoci così dal presente, unico vero tempo esistente nel quale vale la pena vivere.

La diffusione di uno stato di allerta, di una minaccia incombente e lo sdradicamento dal qui ed ora non favoriscono la centratura e l’equilibrio, tanto meno uno stato di quiete e di calma nel quale risiede la Verità.

Ma i burattinai nel dietro le quinte del Mondo fanno parte anche loro del gioco cosmico dell’Esistenza e pertanto demonizzarli equivale (dal punto di vista energetico) a militare nelle loro fila.

E’ per questo motivo che di rado mi occupo specificatamente del 2012, delle profezie che riguardano quest’anno e degli accadimenti futuri legati a tale data.

I miei intendimenti sono quelli di diffondere un pensiero che rafforzi il radicamento sul qui ed ora ed il raggiungimento della pace interosoggettiva.

Se non parlo del 2012 riferendomi ai sedicenti cataclismi che seguiranno è perchè non voglio alimentare la forma pensiero tale da avere un’energia sufficiente a richiamarli e poi farli verificare per davvero.

E’ inoltre per questo che preferisco concentrarmi sulle tecniche di benessere e di innalzamento delle frequenze vibratorie per affrontare gli anni di cambiamento coscienziale che stiamo sperimentando.

Se ci si concentra su disastri naturali e guerre, verso tali eventi inviamo la nostra energia. Viceversa se ci concentriamo verso il benessere e l’Amore, allora il futuro che scaturisce da questo presente non potrà che richiamare altrettanto Amore e benessere.
Namastè.
Simona

PS

A proposito del 2012 e degli argomenti trattati su questo blog, Manuel Dalla Pozza del sito:

http://miglioriamociadesso.com/benessere/

a breve mi intervisterà sui temi a me più cari quali: 2012, pensiero positivo, legge di attrazione, innalzamento delle frequenze vibratorie, meditazione, feng shui..ovvero  ciò su cui ci confrontiamo in questo spazio virtuale.

L’intervista audio sarà poi disponibile e fruibile gratuitamente per tutti.

Se vuoi partecipare allintervista, puoi postare le tue domande qui (nei commenti) oppure nella pagina creata appositamente per raccogliere le curiosità su questi temi.

Ti abbraccio forte e ti auguro di trascorrere dei dolcissimi giorni sereni!

Feng Shui…amore mio :-)

fengshui

Torno a parlare del Feng Shui e dell’arte di armonizzare le energie in casa e sul luogo di lavoro.

Ne avevo già trattato in un precedente post nel quale ti confidavo la mia passione per questa disciplina.

Il mio interesse mi ha portato a raccogliere e a rielaborare alcune informazioni utili sul Feng Shui apprese in testi scritti, video, audio e attraverso la mia esperienza personale.

Questo lavoro ha dato vita ad un e-book pubblicato di recente e dal titolo: Feng Shui…mon amour. Trucchi per armonizzare e migliorare la casa ed il lavoro“.

L’intento è stato quello di creare un prodotto utile e di facile usufruibilità che abbia ricadute concrete e visibili nella vita di tutti i giorni. Un e-book, scritto in maniera semplice e adatto a tutti, anche a chi è completamente a digiuno di Feng Shui, architettura e Taoismo.

Nell’e-book si parla:

  • Di cosa è il Feng Shui
  • Dei Metodi del Feng Shui
  • Dell’importanza di avere aria e luce di buona qualità nella propria vita
  • Dei 5 animali del Feng Shui (serpente, tartaruga, fenice, tigre, drago) e della simbologia associata
  • Del bagua, la mappa del Feng Shui facilmente adattabile alla tua casa per individuarne punti di forza e carenze.
  • Di come sbarazzarsi dei fastidi: disordine, caos, stress, elementi ingombranti
  • Dei cinque elementi del Feng Shui: legno, acqua, metallo, fuoco, terra e sulla loro incidenza negli ambienti
  • Dei colori del Feng Shui e su come sfruttarli nelle diverse stanze
  • Di come creare una casa felice con il Feng Shui
  • Di come integrare il Feng Shui se la tua casa si trova in un vicolo cieco
  • Di come sfruttare  i principi del Feng Shui in cucina
  • Di come armonizzare la zona del bagno
  • Di come usare il Feng Shui in camera da letto
  • Di come migliorare il tuo business con il Feng Shui

Accettare i principi del Feng Shui significa trovare familiarità con il concetto secondo cui tutto emana una vibrazione, una frequenza… anche un libro, un quadro, un soprammobile, un fiore etc.

Armonizzare queste energie ed essere consapevoli dello stato di malessere o benessere che ci procura la permanenza in un ambiente è un primo passo per abbracciare la filosofia Feng Shui.

Il Feng Shui è un sapere millennario che può essere applicato ad ogni cosa per vivere sempre meglio dentro e fuori noi stessi.

Si basa sull’idea che il Chi, il soffio vitale che permea ogni cosa debba fluire liberamente e dolcemente come un tranquillo ruscello.

Quando implementeremo queste nozioni ai nostri spazi abitativi anche le nostre esistenze ne beneficeranno in termini di fluidità e facilità con cui porteremo a  segno le nostre azioni.

Per fare ciò a volte basta adottare dei piccoli accorgimenti, dei piccoli cambiamenti che producono significativi giovamenti nella sfera della salute, della ricchezza e del benessere emotivo.

Questa è la filosofia che sta dietro all’ ebook di cui riporto un brano a proposito del concetto di “armonia”:

L’armonia, parola chiave e tanto cara al Feng Shui la si ritrova nel movimento, nel flusso, nel cambiamento poiché come ci ricorda Sun Tzu ne L’arte della guerra:

“Dei cinque elementi nessuno è predominate. Delle quattro stagioni nessuna dura eternamente. I giorni a volte sono lunghi, a volte brevi. La Luna cala e cresce. L’essenza dell’essere divini”.

Forse è davvero questa l’essenza dell’essere divini: abbandonare le rigidità, i pensieri spigolosi (per analogia il Chi tagliente), le strutture statiche, la stasi, l’immobilismo, in breve credere che uno stato di perfezione sia immutabile.

Ed invece l’armonia scaturisce dalla trasformazione, dal rinnovamento, dal cambiamento, dalle forme circolari che rimandano ad un’idea di ciclicità, di dinamismo o di evoluzione che sia.

Tutto ciò è valido sia su piccola che su larga scala e potrebbe essere applicato in una relazione amorosa, come nei rapporti fra condomini, in ambito lavorativo, in politica, nel settore del progresso scientifico e tecnologico, finanche nella scelta di arredo delle nostre abitazioni”.

Grazie e buona lettura!

:-)

Simona

I 7 specchi esseni

Il video che ti propongo oggi è davvero ben fatto e sono contenta che qualcuno l’abbia relizzato con pazienza e amore, nonchè messo in circolazione (oltre questo ne seguono altri  che troverai su youtube).

;-)

Il video ha per oggetto gli Specchi Esseni, una teorizzazione sui rapporti umani risalente a più di 2000 anni fa espressa in documenti rivenuti nei pressi del Mar Morto nel dopoguerra.

Tra gli studiosi di questa documentazione (tra cui I Rotoli del mar Morto) il geologo Gregg Braden (ne parla nel Best Seller La Matrix Divina) ha colto l’importanza del concetto di “altro” in quanto nostro specchio, nostro riflesso esterno della dimensione interna.

A onor di cronaca, gli Esseni erano un popolo che viveva in Palestina dedito ad una spiritualità molto vicina a quella professata da Gesù Cristo, celibi e vegetariani vagavano per il deserto da soli o in compagnia, proponendo una visione nuova rispetto alla religione di Mosè.

Qualcuno ritiene che Gesù Cristo fosse un esseno, qualcun altro pensa che il Cristo pur non essendolo, conoscesse perfettamente le usanze e la cultura dei maestri esseni.

Ad ogni modo la lezione contenuta negli specchi esseni è essenziale per comprendere quanto il giudizio rechi in sè una separazione e con questa una lacerazione, un piccolo dolore, un allontanamento dal Tutto.

Secondo questa idea tutto ci parla di noi. Il mondo esterno è un’enciclopedia ricca di informazioni su di noi e sui nostri rapporti sociali.

Gli specchi esseni ci forniscono la chiave per interpretare i segni all’esterno e decodificarli per crescere ed evolvere in armonia e pace.

I rapporti umani andrebbero letti per ciò che hanno da comunicarci; andrebbe pertanto analizzata la relazione in se stessa, più che i contenuti veicolati da questa.

Ogni rapporto con gli altri (nella vasta galleria degli individui conosciuti, sconosciuti e cari) contiene un’universo di informazioni preziosissimo su noi stessi e sul modo di intendere il Mondo.

Volendo banalizzare con un linguaggio da test pseudo-psicologico potremmo allora dire: “dimmi chi ti circonda e ti dirò chi sei”.

Prima di entrare nel merito dei 7 specchi esseni, basterà ricordare che siamo tutti gli individui di tutte le epoche e di tutti i luoghi, siamo tutte le vite che abbiamo vissuto e che abbiamo scelto di non vivere, siamo la strada ed il selciato, l’aria che respiriamo dai polmoni ed i polmoni stessi, la goccia di pioggia che bagna il vestito, il vestito stesso e la nuvola sul nostro capo, l’involucro esterno, il contenuto e tutto il pacco assieme.

Ammesso ciò..come posso mai criticare il cielo, la nuvola, mio fratello se..

a) Sono sempre io (quel cielo..quella nuova..quel fratello..).

b) Va sempre bene qualsiasi cosa accada perchè è in quella direzione che si sta dispiegando la bellezza variegata della mia vita tempestata di avventure tutte utili e benefiche per la mia evoluzione.

Tornando agli specchi esseni e precisando che ci riflettiamo in più “stagni” simultaneamente, ecco cosa hanno da dirci le persone che incontriamo e che ci sono intorno.

1) Il primo specchio esseno ci informa su cosa stiamo inviando al mondo esterno nel momento presente.

Se vediamo tutto intorno  gente irata e frustrata forse questi rappresentano il riflesso della nostra rabbia e frustrazione.

Se incontriamo persone liete e radiose forse sono lo specchio del nostro animo raggiante e luminoso.

2) Il secondo specchio esseno ci comunica cosa stiamo giudicando in questo momento. Se siamo circondati da persone che ci irritano per un preciso comportamento, esse potranno rappresentare ciò che stiamo criticando in quel preciso istante.

Se ad esempio mi provoca fastidio il frastuono di una famiglia vociferante e rumorosa forse è quello l’ambito su cui devo lavorare per far scomparire il giudizio.

3) Il terzo specchio ci dice a cosa stiamo rinunciando in questa fase della nostra vita per poter vivere altre esperienze. Questo specchio è rappresentato da individui con i quali sentiamo una strana alchimia, un’attrazione magnetica che anela all’interezza.

4) Il quarto specchio esseno ci mostra noi stessi con le nostre dipendenze. Se vediamo intorno gente che soffre per amore forse ciò rispecchia una nostra dipendenza affettiva, ad esempio.

5) Il quinto specchio è forse il più affascinante. Attraverso il rapporto con i nostri genitori è possibile vedere come ci rapportiamo al principio femmineo e mascolino della divinità.

Un’immagine di Dio severo e giudicante ad esempio potrebbe essere stata tradotta con l’idea di un genitore autoritario ed arcigno.

Un Dio buono e benevolo potrebbe essere il riflesso di un rapporto con i genitori basato sull’altruismo e sul sostegno di questi nei confronti del figlio.

6) Il sesto specchio, chiamato l’oscura notte dell’anima ci mostra la nostra vera essenza. Quando siamo soli, nudi, inermi, spogliati da ogni sovrastruttura, emerge tutta la nostra forza ed è lì che comprendiamo il potenziale della forza interiore.

7) Il settimo specchio è il più impercettibile e lo ritroviamo in ogni rapporto in cui la vita ci mostra che tutte le esperienze sono perfette così come sono..che tutto è giusto così come si svolge…e che c’è solo armonia.

E adesso quale immagine  rimandano i tuoi specchi?

:-)

Per approfondimenti:

Gregg Braden, Il linguaggio della Matrix Divina

L’arte del Feng Shui e la magia delle cose

office-furniture-feng-shui

Chi mi conosce sa bene che sono un’appassionata di Feng Shui.

Per chi non lo sapesse il Feng Shui (letteralmente acqua e vento) è quella nobilissima arte di armonizzare le energie della casa (ma nn solo) e vivere meglio apportando cambiamenti nello spazio fisico.

Personalmente applico il Feng Shui, in ogni aspetto della mia vita, dalla casa, all’abbigliamento e al pensiero.

Fare Feng Shui è infatti pensare Feng Shui.

Si tratta in pratica di far fluire bene l’energia (il Chi) ed evitare i ristagni energetici.

La filosofia Feng Shui aiuta a sbloccare situazioni interiori attraverso cambiamenti esteriori e produce dei risultati incredibili.

Un esempio lo ritroviamo quando puliamo casa o riordiniamo cassetti ed armadi, oppure quando ci disfiamo di oggetti vecchi e rotti che non ci servono più.

Subito dopo si sperimenta una piacevole sensazione di leggerezza ed ordine mentale (come chi ordina e pulisce la scrivania prima di dedicarsi ad un lavoro importante).

Inutile dire che l’esterno rappresenta il riflesso di ciò che abbiamo nelle nostre teste e liberando energie facciamo spazio per l’entrate di nuove cose sia oggetti materiali e non.

Ovviamente il Feng Shui non si limita a consigliare di pulire e riordinare (condizione però preliminare per purificare il campo energetico) ma si avvale di sapienti consigli sull’uso dei materiali, dei colori e della direzione degli oggetti (sud-est-ovest-nord).

Cosa c’entra tutto questo con il 2012?

C’entra nella misura in cui vogliamo prepararci a vivere più armoniosamente questi anni dove si sperimentano grandi cambiamenti a livello energetico.

C’entra nella misura in cui vogliamo essere pronti ad affrontare il meglio che ci capiterà, affinando le nostre capacità ricettive ed innalzando il livello vibratorio di noi stessi e dei luoghi che accolgono i nostri corpi.

Nessun elenco sarebbe esaustivo per ricordare qui che tipo di accorgimenti adottare per vivere in armonia con il Feng Shui, nè 10 post basterebbero a spiegare quest’antica filosofia.

Posso però suggerire qualche spunto da prendere in considerazione per apportare sin da subito miglioramenti nella propria abitazione.

1) Nella camera da letto. Evita di dormire nel bel mezzo di apparecchiature elettroniche.  Sarebbe preferibile che il letto fosse posizionato il più lontano possibile da pc, tv, telefonini, stereo etc.

2) In casa in generale. Evita che le finestre e le porte siano poste l’una di fronte l’altra. L’energia tra di esse potrebbe essere troppo violenta con il rischio che non circoli bene nelle altre parti della stanza.

3) In casa e nell’ingresso. Fai in modo che nella tua casa ci sia un arredo con linee ammorbidite. L’energia fluisce meglio in questo modo. Il massimo sarebbe poter avere un ingresso con un’entrata curva per far muovere dolcemente il Chi.

4) I passaggi. Fai in modo che le porte si chiudano tutte bene. Evita di mettere oggetti che ostruiscano il passaggio oppure oggetti taglienti e minacciosi cactus che danno un senso di poca ospitalità.

5) In cucina. Utilizza tutti i fornelli. Essi rappresentano ciò che ti dà da mangiare e in senso traslato le entrate di denaro.

Non fare in modo che ti siano chiuse le possibilità di ricevere da altre fonti.

6) In bagno. Lascia la tavoletta del water sempre chiusa, sopratutto durante lo scarico per evitare che vengano risucchiate le energie dell’ambiente.

7) In ogni stanza. Per purificare un ambiente (anche solo per dormire bene) lascia in una bacinella per 24 ore acqua e sale, due ottimi elementi per risucchiare le energie negative.

8) Quando puoi. Fai periodicamente dei cicli di pulizia (non necessariamente intesa con sapone e strofinacci) in cui butti via oggetti inutili che non usi perchè rotti, vecchi o legati a ricordi che vuoi dimenticare del passato.

Da un punto di vista energetico, tra le altre cose, tenere questi oggetti che non usiamo è un pò come dire all’Universo che in tempi di magra li riutilizzeremo (vedi abiti che non indossiamo più) alimentando la convinzione che effettivamente i periodi di ristrettezze economica ci saranno per davvero.

Spero che questi piccoli accorgimenti possano apportare cambiamenti positivi nella tua vita.

Se vuoi approfondire il discorso sul Feng Shui, lo farò molto più che volentieri, sia in un post che in privato.

Parlare di questi argomenti mi piace troppo!

:-)

Per informarsi su questi temi la letteratura è davvero satura di testi interessantissimi.

C’è il mio ebook dal titolo Feng Shui..mon amour (trovi la copertina sulla colonna a destra del blog) oppure il nuovissimo e-book di Gaetano Caira, Feng Shui e Armonia della mente. L’ho avuto in dono dal mio fidanzato (grazie!) appena  ieri e l’ho letto tutto di un fiato.

;-)

Oppure vi consiglio Il manuale del Feng Shui di Lam Kam Chuen

ed il mio libro preferito in assoluto Creare armonia del proprio ambiente (nn so neppur e io quante volte l’ho letto e nn so neppure se si riesce a trovare ancora in giro) di Karen Kingstone.

Ora la smetto..altrimenti nn la finisco più di parlare del Feng Shui.

Ciao ciao!

Simona

;-)

Il pianeta verde

“Il pianeta verde” è un film francese spassosissimo.

L’ho scoperto da poco e non potevo fare a meno di segnalarlo.

Lo spezzone postato è l’inizio del film. Gli altri pezzi sono disponibili su youtube.

E’ una divertentissima parabola moderna di come il nostro mondo è visto dagli abitanti di un altro pianeta più evoluto.

A me piace pensare che ci stiamo dirigendo verso il loro grado di consapevolezza ed armonia, di pace e di vera abbondanza.

Fa sorridere guardarci dall’esterno con gli occhi di un visitatore che viene per la prima volta sul nostro pianeta.

;-D

Vi consiglio di visionarlo tutto. Adoro la sua ironia. Sembra un film dei Monty Python.

Sembra che narri di un mondo post 2012.

;-)

Enjoy it!

Buona visione.

Simona

L’importanza delle buone vibrazioni

Chi emette buone vibrazioni, non sarà toccato da nulla.

Chi vibra alto è come schermato da un filtro di Luce che si irradia dai bordi del proprio corpo ed investe i nostri spazi abitati.

Questa aura di luce attirà a sè ciò che è utile e buono per lo svilippo psico-fisico della persona e respinge ciò che è di intralcio. E’ possibile immaginarla come una cornice dorata che illumina ciò che è rilevante per noi, apparendo in forma più vivida.

La luce proiettata sugli oggetti rende più visibile ciò che è utile e buono per il nostro benessere e noi percepiamo una conseguente maggiore attrazione per questa cosa (intesa di volta in volta come oggetto, persona, evento etc.).

Chi vibra alto è come se fosse custodito da uno scudo protettivo che rigetta ostacoli ed insidie sul cammino.

Ciò non significa ingenuamente che chi vibra alto non troverà problemi sul percorso biografico, ma che avrà tutti gli strumenti cognitivi, spirituali e materiali per fronteggiarli e padroneggiarli senza sforzo.

Vibrare alto significa anche (e sopratutto) coltivare pensieri sereni sul presente e sul futuro; avere un atteggiamento benevolo e accogliente verso ciò che accadrà, fiduciosi che nulla può scalfire la nostra tranquillità.

Se tutto questo è vero per il futuro, è tanto più vero per il 2012.

Chi vibrerà alto e continuerà a suonare con il proprio corpo la melodia armoniosa scaturita da un animo placido, non dovrà temere nulla, poichè a costui sarà scansato ogni pericolo, qualora accadesse.

Qualora qualche cambiamento climatico o geologico investirà la Terra, non ci sarà alcun rischio per colui che vibrerà alto e continuerà a produrre pensieri positivi e sani.

In maniera imprevista sarà sottratto da qualsiasi minaccia poichè è scritto che costoro: “potranno toccare serpenti velenosi, bere veleni mortali e non subiranno alcun danno” (tratto dal Nuovo Testamento).

C’è addirittura chi ipotizza, che qualora avvenissero grandi sconvolgimenti sulla Terra, gli amici/fratelli della Confederazione Galattica, preleveranno letteralmente chi vibrerà alto per condurlo al sicuro.

Io questo francamento non so se avverrà, so solo che non sarà mai troppo ripetere quanto è importante abitare una mente placida, ricettiva e pronta ad accogliere tutto ciò che dona di buono l’Universo.

E’ anche per questo che è così importante non temere nulla, ma familiarizzare con il senso di gioia e di pienezza che è poi l’atteggiamento verso cui tutti, in un modo o l’altro, anelano.

i
Scarica ora GRATUITAMENTE il report:
"Perchè non ha senso temere la data 2012"



Inserisci qui in basso il tuo nome e l'e-mail su cui desideri ricevere il report OMAGGIO

NB: iscrivendoti riceverai immediatamente il report e successivamente altri omaggi, inoltre sarai avvertito di tutte le novità legate a questo sito (in ogni email sarà presente un link per cancellarsi e non ricevere più notifiche, quindi massima libertà). I dati non saranno mai ceduti a terzi. Inserendo i propri dati si accettano automaticamente queste condizioni. Inserendo il nome e l'email nel form si dichiara anche di aver letto ed accettato interamente l'informativa sulla privacy.
Come diventare una Dea
Tre passi per essere divina

di Simona Vitale



L'intento dell'ebook non è soltanto quello di andare a recuperare una memoria mitica perduta ed in parte rimossa, ma anche quello di fornire le tre chiavi per vivere appieno la femminilità: consapevolezza, creatività ed autorità interiore, nonché di contribuire alla diffusione di una forma pensiero egualitaria, di sostanziale pace tra i sessi e di valorizzazione delle specificità di genere.

Clicca qui per acquistarlo a 5,90 euro

DONNE ED AUTOSTIMA
ANSIA? NO PROBLEM
Ad
IMPARA A DIRE NO
Ad
CAVALCA LA FORTUNA
Ad
LA SOLUZIONE ALL’INSONNIA
TOP E-BOOK

Ebook
LE 7 DEE E GLI 8 DEI DENTRO DI TE
LE 7 DEE E GLI 8 DEI