Come cavalcare l’onda della fortuna

surfing fortune

Mi piace l’idea di scrivere questo post di lunedì, giorno in cui comunemente si torna a lavoro dopo un weekend di festa e/o di relax.

L’idea di come prolungare il clima di spensieratezza di un felice fine settimana, me l’ha suggerita il famoso libro di Vadim Zeland, “Reality Transurfing. Come Scivolare attraverso la realtà. Lo spazio delle varianti” (un libro complesso e ricco di spunti interessanti, best seller in Russia che spiega come surfiamo letteralmente tra diverse realtà possibili e percorsi di esistenza contigui).

Nel libro l’autore postula l’esistenza di vere e proprie onde della fortuna ovvero una congiunzione favore di circostanze che, a cascata, ne procura altre ed altre ancora (se riusciamo a cavalcarle senza farcele sfuggire).

Ebbene come fare per restare aggrappati a tale periodo d’oro?

Riporto la risposta di Zeland:

Bisognerebbe alimentare sempre dentro di se’ il focherello della festa, cullare questa bella sensazione, osservare come la vita cambia per il meglio, afferrarsi ad ogni pagliuzza di gioia, cercare in tutto segni positivi.

(…)

Gioite di tutto quello che avete in questo momento. Non si tratta di un vuoto appello a essere felici a priori. A volte le circostanze si sviluppano in modo tale che è difficile essere contenti.

Tuttavia, da un punto di vista puramente pratico esprimere insoddisfazione è controproducente. Infatti, non volete forse capitare sulle linee dela vita dove vi va tutto bene? Ma come potete capitarci se la vostra emissione è piena di insoddisfazione? Al contrario, la frequenza di una simile emissione corrisponde pienamente a quelle linee dove tutto va male.”

E allora come riconoscere le linee buone?

Le linee si differenziano per il fatto che in esse vi sentite bene e i vostri pensieri sono pieni di gioia e di soddisfazione.

(…)

Occorre notare ogni cambiamento positivo anche se minimo e vezzeggiarlo amorevolmente, premurosamente. Esso infatti è messaggero dell’onda della fortuna.

Non appena avete avuto notizia di cambiamenti promettenti, seppur minimi, non dimenticatevele come facevate prima, ma al contrario assaporatevele, analizzatele, indagatele; esaminate queste novità da tutti i punti di vista, gioitene, fate piani futuri, mettetevi in attesa di ulteriori miglioramenti.

Così facendo pensate alla frequenza dell’onda della fortuna e vi sintonizzate sui suoi parametri. Le buone notizie diventeranno sempre di più. La vita diventerà più bella.

(…)

Gioite a bella posta degli insuccessi, provate a cercare in essi un vantaggio, anche se minimo, vedrete che è sempre possibile.

(…)

In questo modo l’uccello della fortuna resterà nelle vostre mani e per accattivarvelo non avrete che da trasmettere intorno a voi energia positiva.

Ciò significa essere non solo un ricevitore positivo, ma anche un positivo trasmettitore.

Ne seguirà che il mondo intorno a voi cambierà in meglio.

Vi troverete a scivolare in leggerezza su delle linee della vita ancor più favorevoli finchè incontrerete l’onda della fortuna che vi prenderà con sé e vi farà velocemente ascendere sulla sua cresta, dritti al successo”.

Buona fortuna a tutti!

Una cornucopia di cose belle!

Simona

:-)

Se vuoi approfondire:

24 Commenti a “Come cavalcare l’onda della fortuna”

  • manuela:

    Devo dire cara Simona che il libro di Vadim Zeland non mi piace, ha messo insieme informazioni che sono state spiegate in modo decisamente migliore da altri grandi autori, ad esempio Gregg Braden o gli Hicks, solo per citarne due; Gregg Braden ha fatto un lavoro di ricerca pazzesco in monasteri sperduti in varie parti del mondo e nei suoi lavori viene fuori la sua ricerca sincera e la sua umanità ; nel libro di Zeland non ho trovato nulla di veramente originale e anzi ci sono parti del libro che angosciano un pò, non è così positivo.per non dire poi che ha reso tutti i concetti un pò più complicati senza necessità. Comunque i tuoi interventi sono sempre intelligenti e profondi. Un abbraccio Manuela

  • Vincenzo:

    Ciao,Simona.
    Concordo perfettamente su quanto hai detto in merito al cavalcare l’onda della fortuna.Ho sempre pensato e sostenuto che la nostra mente è una potentissima calamita capace di attirarci addosso il bene o il male secondo i pensieri che formuliamo.Da un pensiero ne nascono decine e decine collaterali e,quindi,sprigionano effetti positivi o negativi.L’ottimismo è una panacea ai tanti mali che affliggono questa società ormai stremata.D’altra parte,anche nei momenti critici,è importante pensare al meglio per avere la dovuta tranquillità per fare le scelte giuste.Se ci lasciamo prendere dall’angoscia e dal terrore,non facciamo altro che peggiorare le situazioni.Sforziamoci,allora,di vedere il bene e non il male e,soprattutto,non perdiamo la speranza e continuiamo a proliferare pensieri belli e costruttivi.Ciao

  • Monica:

    Ingoraggiante leggerò il libro, senz’altro!!!!
    baci
    Monica

  • Carissima Manuela, sai che anche io ho trovato il testo di Zeland un po’ intellettualizzato. E’ come se si perdesse quella componente di frequenza amorevole che altri testi (tra cui quelli da te giustamente citati) hanno.
    Nonostante ciò ho trovato anche del buono in questo testo, come quando parla dei “pendoli” che è solo un altro modo per discutere di egregor e forme pensiero.
    Un abbraccione.
    Simo
    ;-)

  • Ciao Monica, l’intento era proprio quello di rendere più incoraggianti l’inizio settimana.
    :-)
    Un abbraccio di cuore.
    Simona

  • Ciao Vincenzo, come non essere d’accordo.
    Una cascata di pensieri dorati e rosa per te!
    :-)
    <3
    Simona

  • dina:

    cara simona il tuo articolo mi ha trasmesso tanta positività e mi sento di trasmetterla. Ho letto un libro di Alan Alcott Davis dove racconta le quindici illuminazioni del maestro Baba Marayei sono bellissime, te le scrivo nel prossimo spazio libero qui non ci stanno tutte.Tu conosci il maestro spirituale indiano Sai Baba? Ho fatto cinque viaggi in India sono stata nel suo ashram ogni anno per due settimane, è stata un esperienza bellissima!

  • Maria Grazia:

    Cara Simona,
    non ho letto il libro ma da quello che dite (in parte) si tratta del pensiero positivo, il classico bicchiere mezzo pieno invece che mezzo vuoto. Io per natura sono ottimista e mi ritengo sempre fortunata anche se mi sono capitate cose ritenute gravi. C’è sempre un perchè e un peggio nelle cose basta saper vedere. Qualcuno ha detto ” quello che ti capita è sempre bene per te.” ed è vero.
    Ciao e grazie per il tuo lavoro sempre interessante, ti abbraccio e saluto il divino che è in te.

  • Gracy:

    Ciao Simona, post molto interessante dove la mia risposta è subito pronta. La fortuna non l’ho mai cercata, mi sento già abbastanza fortunata così. Però è anche vero che non viviamo a braccetto; se poi aggiungi che la fortuna siamo noi ad attirarla, allora direi che non mi appartiene troppo. Mi spiego: se vado a comprare un gratta e vinci o gioco alla lotteria puoi star tranquilla che non vinco affatto. Che dici, forse basterebbe crederci, essere più convinti? La convinzione
    potrebbe essere la giusta onda da cavalcare?
    Un grande abbraccio*___*

  • dina:

    Simona ti mando le 15 illuminazioni di Baba Marayej

    1)Apparirà un nuovo ordine mondiale controllato da un governo planetare,guidato dall’aldilà che risolverà i problemi politici economici e sociali.Quindi non ci sarà la fine del mondo ed i nostri figli vivranno di nuove energie.

    2) L’astrologia e la divinazione subiranno una profonda trasformazione, ed entreranno di diritto nel rango delle scenze ufficiali.

    3)Il problema del sesso risolto e l’uomo diventerà un vero creatore.

    4)Il potere del pensiero sarà riconosciuto ed accettato come elemento creativo, in base alla legge:L’energia segue il pensiero!.

    5) Dimostrare l’esistenza dell’anima.

    6)Le risorse del pianeta (Terra) il nosro, saranno gestite da un governo mondiale e poste al servizio del genere umano!.

    7) la creatività umana sarà potenziata e darà vita ad una nuova arte rispondente alla bellezza e all’armonia che diventeranno base della nostra cultura e l’elemento importante di una nuova civiltà.

    8)L’uomo imparerà a produrre energia pulita perchè sarà padrone dell’energia dell’atomo che ci circonda e non inquinirà più. Questo fatto porterà alla creazione di una tecnologia che trsformerà l’attuale società,completamente.

    9)Tanta luce che eliminerà nell’uomo l’illusione della morte.

    10)La legge di rinascita è la legge di natura e l’uomo l’accerà.

    11)Illuminare la coscienza utilizando correttamente la luce, con educazione.

    12)La guarigione tra l’anima e la prsonalità.

    13)Gli Angeli o Deva si stanno riavvicinando ed insegneranno loro l’uso del calore, del suono e dei rituali della medicina, nell’arte e nella spiritualità.

    14)La nuova era sarà un’epoca ceratterizzata da una coscienza e da una interazione di Gruppo, come la precedente è stata un’epoca di sviluppo e di focalizzazione individuale.L’egoismo sparirà perchè l’individuo imparerà a fondersi nel gruppo. Educatori, psicologi, ecclesiastici e media lavoreranno uniti da uno spirito di servizio veramente nuovo.

    15) La gerarchia dei maestri sarà riconosciuta e accettata come un segno di natura equivalente a quello umano.

    sarà vero? io ci credo! ciao

  • Carissima Dina, grazie per aver riportato questi 15 punti dell’illuminazione. Per alcuni mi sembra che stiamo sulla giusta strada.
    Conosco Sai Baba, non bene quanto te, ma ho presente i suoi insegnamenti.
    Torna a trovarci!
    Un abbraccione!
    ;-)
    Simo

  • Secondo me Gracy, la giusta onda da cavalcare sta nel godere di tutti i momenti. Rievocando quelli particolarmente belli e lasciandoci travolgere dalle sensazioni di benessere e pace.
    Tutto quello che attiriamo in questo stato di quiete e gioia non può che arrivarci per il nostro bene.
    La convinzione che meritiamo cose belle e positive fa da traino poi ovviamente a tutto ciò che segue.
    Un beso.
    Simona

  • Maria Grazia, ricambio il saluto divino.
    Che bella positività che emani. E’ bello trovare gente che dice senza timori “Io sono fortunata”.
    Di questi tempi (ma forse è sempre stato così) sembra quasi che bisogna nascondere la propensione a situazioni gaie.
    Un abbraccio di luce.
    Simona

  • gerardo:

    ciao simona……l.onda della fortuna ……io direi piu l.onda della consapevolezza della fortuna sempre mi ripeto a me stesso la frase ce un grande disegno dietro ogni cosa affronto la vita in questa maniera e forse un giorno arrivero a questa consapevolezza di sapere che gia sono sopra questa onda e la sto cavalcando …..l.onda per me e la vita stessa ….amo la vita …e amo il tutto eringrazio te ….per ricordarmelo ogni giorno..un sorriso e un abbraccio

  • Lara Valpiani:

    Grazie Simona per questo articolo…bisogna che io presti molta attenzione a quest’onda della fortuna…credo di sbagliare in qualcosa poichè la mia vita è tutta un saliscendi…a volta mi smbra di stare sulle montagne russe!! ;-)
    D’ora in poi quando mi accadrà qualcosa di bello cercherò di trattenerlo e trasformarlo in altre cose positive per riuscire a rimanere sempre più a lungo sulla cresta dell’onda.
    Un bacio e a presto :-)

  • Ciao Gerardo, grazie per le tue belle parole.
    Ma forse sì è cosi’..la vera onda della fortuna è quella della consapevolezza che se la si cavalca forse non sfugge mai più via.
    A presto!
    :-)
    Simona

  • Carissima Lara, che sia così come desidera il tuo cuore.
    Un abbraccio vero.
    :-)
    Simo

  • Moreno:

    La legge di attrazione, a cui il tuo post mi sembra rimandi, è è un’idea molto seducente che contiene sicuramente un fondo di verità. Tuttavia il successo mediatico che hanno ottenuto in questi ultimi anni tutte le pubblicazioni al riguardo mi lasciano un pò dubbioso. Innanzitutto, vista la sua importanza, mi sembra strano che se ne parli solo da poco tempo, in altre parole se fosse veramente così potente come si dice si sarebbe saputo da tempo. Sono portato a pensare che la sua reale validità sia molto legata alla nostra capacità di ricondizionare il nostro subconscio, che spesso rema contro i nostri pur sinceri desideri e nell’avere una fede assoluta in cio che vogliamo.Cose non facili da ottenere.
    Ma anche se la legge di attrazione può funzionare, penso che la nostra esistenza sia ben più complessa e non solo il frutto della nostra capacità di attrarre gli eventi. Intervengono probababilmente anche il nostro Karma, le esperienze che il nostro Sè Superiore ha preparato per noi, nonchè il suo desiderio di sperimentare nuove realtà.
    Cio detto, c’è una grande saggezza in quello che scrivi.
    Grazie per le tue belle riflessioni.

  • Carissimo Moreno, grazie per gli spunti di riflessione che ci offri.
    Della legge di attrazione (seppur con altri nomi) se ne parla da tempo, fin dalle sacre scritture ritroviamo indicazioni sul motto “chiedi e ti sarà dato”.
    Il karma, che ha molto condizionato l’esistenza umana nei secoli, da quello che so, (e dallo quello che ho letto) oggi si scioglie più rapidamente. Creiamo e sciogliamo karma molto più velocemente di prima. Questo processo dovrebbe andare d intensificarsi in procinto del 2012.
    Grazie mille e a presto!!
    Simona
    :-)
    :-)

  • Monica:

    Mi sono comprata il primo volume..(ho ordinato il secondo)lo sto quasi finendo e devo dire che ho trovato degli spunti veramente interessanti; credo che il approccio sia veramente originale, anche se i concetti sono di saggezza molto antica…
    Sicuramente ha molto in comune a “Il segreto” e a “La matrix divina” di gregg braden…non lo trovo per niente difficile oppure ostico, come ho sentito in qualche commento, anzi molto vicino alla esperienza di ogni giorno,ai dubbi e alla problematica quotidiana.
    grazie Simona, un tuo spunto molto mirato a trovare delle soluzioni prattiche nella ricerca della felicità!
    Monica

  • Cara Monica, hai ragione il libro di Zeland..ha molto in comune con i testi sulla legge di attrazione e quelli di Braden.
    Il secondo volume (Il fruscio delle stelle del mattino) ancora devo leggerlo. Ma conto di acquistarlo prossimamente. Poi ti dirò che ne penso.
    Un abbraccio pieno di gratitudine.
    Simo
    ;-)

  • adone:

    quello che ho letto degi ESSENI E’ STRONG ,MITICO DA APRIRE LA NOSTRA MENTE ADONE63

  • Caro Adone, dove l’hai letto?
    Per favore segnalaci la fonte.
    Grazie.
    Un abbraccio di luce.
    Simona

Lascia un Commento

Spam Protection by WP-SpamFree

Scarica ora GRATUITAMENTE il report:
"Perchè non ha senso temere la data 2012"



Inserisci qui in basso il tuo nome e l'e-mail su cui desideri ricevere il report OMAGGIO

NB: iscrivendoti riceverai immediatamente il report e successivamente altri omaggi, inoltre sarai avvertito di tutte le novità legate a questo sito (in ogni email sarà presente un link per cancellarsi e non ricevere più notifiche, quindi massima libertà). I dati non saranno mai ceduti a terzi. Inserendo i propri dati si accettano automaticamente queste condizioni. Inserendo il nome e l'email nel form si dichiara anche di aver letto ed accettato interamente l'informativa sulla privacy.
Come diventare una Dea
Tre passi per essere divina

di Simona Vitale



L'intento dell'ebook non è soltanto quello di andare a recuperare una memoria mitica perduta ed in parte rimossa, ma anche quello di fornire le tre chiavi per vivere appieno la femminilità: consapevolezza, creatività ed autorità interiore, nonché di contribuire alla diffusione di una forma pensiero egualitaria, di sostanziale pace tra i sessi e di valorizzazione delle specificità di genere.

Clicca qui per acquistarlo a 5,90 euro

DONNE ED AUTOSTIMA
ANSIA? NO PROBLEM
Ad
IMPARA A DIRE NO
Ad
CAVALCA LA FORTUNA
Ad
LA SOLUZIONE ALL’INSONNIA
TOP E-BOOK

Ebook
LE 7 DEE E GLI 8 DEI DENTRO DI TE
LE 7 DEE E GLI 8 DEI