L’incatesimo delle parole

d777ea480cb58fda

Oggi parlerò di quelle frasi e di quei modi di dire che influenzano la nostra realtà.

Elencherò in particolare quelle parole che hanno un impatto forte sul  nostro corpo e ne determinano lo stato di salute.

Le parole, come detto nel precedente post, lasciano sempre un segno, specie se ripetute e a volte contribuiscono addirittura all’insorgere di un disturbo fisico.

Come dice Roberto Re in Leader di te stesso:

“L’uso sbagliato delle parole nel descrivere le esperienze della nostra vita può distruggerci emotivamente tanto quanto la scelta di parole più produttive può far scaturire in noi emozioni assoultamente positive.

Le cose che ci diciamo costantemente e intensamente poco per volta diventano la nostra realtà”.

Come fare allora? Prendendo coscienza di ciò che diciamo, scegliendo accuratamente le nostre parole prima di proferirle a noi stessi e agli altri.

Suggerisce ancora Re infatti:  “Una buona pratica quotidiana che potremmo fare relativamente a questo è cercare di diventare più consapevoli del linguaggio che utilizziamo ogni giorno, accentuando l’uso di colori brillanti in tutte le loro sfumature e attenuando il più possibile i toni cupi”.

Da una maggiore consapevolezza deriva pertanto un maggior controllo non solo sul fluire delle parole, ma anche delle emozioni che si celano dietro di esse.

Alcune frasi da evitare nascondono il nostro modo di vedere il Mondo che poi appare ai nostri occhi a conferma di come lo immaginiamo.

Tra queste programmazioni inconsce ci sono quelle che hanno una ripercussione sfavorevole come ad esempio i modi dire che dipingono la vita come difficile  e faticosa:

- La vita è una lotta

- Nella vita bisogna lavorare duro

- I soldi non si trovano dietro l’angolo

- Per essere belle bisogna soffrire

- Nella vita non si può fare tutto quello che si vuole

- Non si può avere tutto

- Le disgrazie non arrivano mai da sole

-Prima o poi tocca a tutti

-Quando uno nasce disgraziato…

- Chi nasce servo non nasce padrone

- Ridi oggi, piangi domani

- Tutte le cose belle finiscono

- Non si diventa ricchi senza sporcarsi le mani

- Non si impara niente gratis

- Quando smetti di lavorare sei finito

…e così via.

Una volta presa coscienza della potenziale dannosità di certe espressioni andrebbe poi corretta con un affermazione dal carattere depotenziante.

Se diciamo ad esempio: “Da questa situazione non ne uscirò mai” andrebbe sostituita con una frase del tipo: “Non so come, ma ne uscirò“.

Oppure invece di dire: “Questa cosa mi ha colpito“  sarebbe più opportuno cambiarla con “Questa cosa mi ha parecchio interessato” ecc.

Alcune parole poi, per la loro carica simbolica che il subconscio capta e traduce in senso letterale, se reiterate nel tempo possono provocare malanni.

E’ il caso dell’elenco che segue, meravigliosamente redatto dalla psicoterapeuta Claudia Rainville nel libro “Metamedicina -Ogni sintomo è un messaggio” con tanto di suggerimenti su come contrastare l’effetto nocivo delle parole:

DA ANNULLARE

Non ho forza

SINTOMO

Debolezza

DA UTILIZZARE

Sono un pò più forte ogni giorno

——————————————————————————————

Non ho energia

SINTOMO

Stanchezza

DA UTILIZZARE

Sono ogni giorno più energico

——————————————————————————————

Devo sempre trattenermi

SINTOMO

Stitichezza

DA UTILIZZARE

Mi lascio sempre più libero di  essere me stesso

——————————————————————————————-

Mi sento soffocare

SINTOMO

Problemi respiratori

DA UTILIZZARE

Mi prendo il mio spazio sempre di più

——————————————————————————————–

Non riesco a digerirlo

SINTOMO

Mal di stomaco

DA UTILIZZARE

Non mi è facile accettarlo

——————————————————————————————-

Ce l’ho ancora nel gozzo

SINTOMO

Mal di gola

DA UTILIZZARE

Mi concedo del tempo per assimilarlo

——————————————————————————————–

Questa faccenda mi brucia ancora

SINTOMO

Bruciore di stomaco

DA UTILIZZARE

Per me non è facile da accettare

——————————————————————————————–

Mi prende alle viscere

SINTOMO

Mal di pancia dolorosi o emorragie

DA UTILIZZARE

Questa cosa mi tocca in profondità

——————————————————————————————–

Ho il morale a terra

SINTOMO

Depressione

DA UTILIZZARE

Domani andrà meglio

———————————————————————————————

Mi prende alla gola

SINTOMO

Asma, probemi respiratori

DA UTILIZZARE

C’è sempre una soluzione

——————————————————————————————–

Mi sembra di non andare avanti

SINTOMO

Male ai piedi

DA UTILIZZARE

Sto studiando quale è il passo migliore da fare

———————————————————————————————

Mi faccio un fegato grosso così

SINTOMO

Problemi al fegato

DA UTILIZZARE

Ho fiducia che le cose migliorino

———————————————————————————————

Ho sempre dovuto mandare tutto giù

SINTOMO

Cancro alla laringe

DA UTILIZZARE

Imparo ad esprimermi

——————————————————————————————–

Mi faccio cattivo sangue

SINTOMO

Setticemia, Colesterolo

DA UTILIZZARE

Non sono del tutto tranquillo, ma sto imparando ad avere

fiducia

——————————————————————————————–

Devo sempre combattere

SINTOMO

Malattie del sangue, leucemia

DA UTILIZZARE

Bisogna che cerchi delle soluzioni

——————————————————————————————–

Non c’è mai nessuno che mi sostenga

SINTOMO

Disturbo all’arco dei piedi

DA UTILIZZARE

Ho imparato a contare su me stesso

——————————————————————————————–

Ingrasso anche solo bevendo acqua

SINTOMO

Obesità

DA UTILIZZARE

L’acqua elimina i grassi superflui

——————————————————————————————–

Mi fa cagare

SINTOMO

Diarrea

DA UTILIZZARE

Non mi piace

——————————————————————————————–

Mi rode, mi logora

SINTOMO

Cancro, amputazione

DA UTILIZZARE

Non mi dà tutto ciò che vorrei

——————————————————————————————–

Finanziariamente sono nella merda

SINTOMO

Problemi al colon

DA UTILIZZARE

Le cose si sistemeranno

——————————————————————————————–

Questa non è vita

SINTOMO

Polmonite

DA UTILIZZARE

Bisogna che trovi delle soluzioni per facilitarmi la vita

——————————————————————————————–

Mi spezza il cuore

SINTOMO

Problemi cardiaci

DA UTILIZZARE

Mi rattrista

——————————————————————————————–

Mi hanno trascinato nel fango e coperto di merda

SINTOMO

Problemi al retto

DA UTILIZZARE

Questa storia mi ha toccato nella mia integrità

——————————————————————————————–

Come vedi sono davvero numerose le espressioni di uso comune che contribuiscono a creare a nostra insaputa le condizioni per l’instaurarsi di una patologia.

Ogni linguaggio gergale o dialettale ha poi espressioni diverse che qui per ovvi motivi non potevano essere tutte contemplate.

Me ne sovviene una tipica delle mie parti che sta and indicare una condizione di sofferenza penosa: “gettare il sangue” espressione che allude metaforicamente ad un’emorragia e di conseguenza perdita di vita e di gioia.

L’elenco sarebbe lunghissimo, ma spero che questi esempi siano stati utili, così quando starai per  pronunciare una parola -incantesimo ne sarai cosciente e ad avrai tutto il tempo per sostituirla con un’espressione più felice.

Buone chiacchiere consapevoli!

Simona

:-)

PS

Non è che alla sola pronuncia di una frase di questo tipo magicamente si manifesta il disturbo, ma la verbalizzazione ripetuta nel tempo predispone all’insorgenza di un malessere. Ovviamente gli esempi hanno un valore illustrativo e gli effetti non sono immediati, così come l’insorgenza delle malattie è solo potenziale.

Se vuoi approfondire:

32 Commenti a “L’incatesimo delle parole”

  • R09:

    Come sempre, Simona, i tuoi post sono eccezzionali.E’ vero, quante frasi fatte usiamo inconsapevoli di farci del male!
    Per mia fortuna ora sono molto più attenta, ma è utile che ogni tanto… mi venga ricordato!! Grazie! ;)

  • Grazie RO9,
    io invece sai che sto imparando? A dire meno cose.
    Ed è un gran passo visto che sono di natura chiacchierona!
    :-)
    Buona giornata, cara!

  • Corrado:

    FANTASTICO!
    Ottimo lavoro Simona!
    Sottoscrivo e concordo con quanto proponi.
    Quello che suggerisci ha un bell’effetto collaterale: più serenità e progressivamente un pò più di felicità.
    Con parole mie riporto la frase che ho letto stamattina in un calendario: “Può apparire complicato trovare la felicità dentro noi stessi, e forse complicato lo è. Tuttavia, la certezza è che in nessun’altro luogo potremo trovare la felicità se non dentro di noi”.
    Quanto scrivi aiuta anche in questa direzione.

    Grazie.

  • Cara Simona, grazie per gli esempi che hai riportato sono molto utili per riflettere.
    Però hai ragione, probabilmente eviteremo qualche danno semplicemente dicendo meno ;)

    Ti auguro una buona settimana :)
    Un abbraccio.

    Giuliana

  • gerardo:

    CIAO SIMONA GRAZIE COME SEMPRE DI TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI CHE MI MANDI PER LA MIA CRESCITA SPIRITUALE OGNI GIORNO SPERIMENTO SEMPRE PIU COSE E MI RENDO CONTO DAVVERO DI QUANTO SIA BELLA E MISTERIOSA LA VITA MA NE VALE LA PENA APPROFONDIRE UN SALUTO E NON TI FERMARE GRAZIE TRA L.ALTRO PROPRIO IERI PENSAVO MA…..SIMONA QUANDO INVIA QUALCOSA E OGGI ME LA RITROVO COINCIDENZA NON CREDO GRAZIEEEEEEEEEEE…………………

  • Grazie Corrado per la citazione,
    ed aggiungo al tuo pensiero: “Tutto ciò che mi occorre è già dentro di me”
    :-)
    Ciao!

  • Ciao Giuliana cara,
    ricambio l’augurio per una felice settimana.
    Ti abbraccio anch’io!
    ciaooooooo!

  • Ciao Gerardo,
    ma davvero ti sei domandato “ma quando mi manda qualcosa di utile Simona?
    :-)
    Sono strafelice di poter riportare qualche informazione che ha ricadute utili nella quotidianità.
    :-)
    A presto!
    Grazie per il supporto!
    Simona

  • madu:

    Ciao Simona, come sempre i tuoi post sono attuali e di grande interesse per il momento che stiamo vivendo. Sono d’accordo che le parole creano un impatto vibrazionale e dovremo essere più consapevoli dell’uso che ne facciamo.
    Io non sono una persona “da internet” e per questo raramente rispondo ma seguo la tua posta con intresse.

    Un abbraccio
    Madhu

  • Ciao Madhu, anche io sono una persona da internet, come dici tu,:-).
    E le parole anche se digitate, come sai,hanno cmq una risonanza nel cosmo.
    Grazie per l’apprezzamento.
    Buone cose.
    Ciao!

  • gerardo:

    SI L.HO PENSATO DAVVERO MI INFORMO ABBASTANZA E LEGGO ABBASTANZA E PENSO CHE I TUOI SUGGERIMENTI SONO UTILI PER ULTERIORI RICERCHE GRAZIE ANCORA BUONA GIORNATA

  • davide:

    Molto interessante Simona,in effetti non ce ne rendiamo conto ma molti luoghi comuni danneggiano la nostra vita e ci limitano,stampare questo post e rileggerlo ogni tanto puo’ essere utile?
    Ciao e grazie!

  • Anna:

    E’ proprio vero Simona, leggendo questo post ci si rende conto di quante programmazioni castranti e demotivanti, se non addirittura dannose per la nostra salute e il nostro benessere siamo spesso e inconsapevolmente vittime quotidianamente.
    Programmi acquisiti spesso di default che se non coscientemente e tenacemente disinstallati possono continuare a nuocerci e incupirci la vita.
    Io ad esempio mi sono resa conto che continuo a dire che “sono stanca” e più lo dico e indovina un po’??? più mi sento stanca…elementare… ma non altrettanto scontato, altrimenti non sarebbero trappole inconsce.

    Da tempo a questa parte ho cominciato a monitorarmi quando parlo e fortuna che parlo poco in genere :) (anche se poi col dialogo interiore recupero e mi massacro abbondantemente, il che è ancora peggio!), usando spesso un registratore soprattutto quando sono al telefono con amici e ti assicuro che è illuminante per rendersi conto di quante espressioni infelici e luoghi comuni cristallizzati riusciamo a veicolare senza rendercene conto. A volte rabbrividisco da sola però lo trovo terapeutico ed utilissimo per prenderne coscienza e liberarsene piano piano.

    Grazie per avermi permesso di riflettere ulteriormente con questo post…da domani anche se non dovessi reggermi in piedi, continuerò a dirmi che sto splendidamente :)

    Ti lascio con una frase che mi ripeto spesso e che amo molto:
    “Tutto ciò di cui ho bisogno mi viene dato e tutto ciò che ho bisogno di sapere mi viene rivelato, nel momento e nell’ordine giusti. Sono sempre protetta e guidata dal Divino!”

    Ti abbraccio
    Anna (Nelkhael)

  • Ma sempre grazie a te Gerardo!
    Ciaooo!

  • Certo Davide.
    Altrettanto utile è scovare i propri personalissimi modi di dire che hanno un effetto depotenziante sulla realtà, scriverli a penna e convertirli in espressioni meno limitanti!
    Un abbraccio.
    Simona

  • Carissima e dolcissima Anna,
    che dritta utile ci ha donato: quella del registrarsi al telefono, ottima anche per controllare le varie critiche, giudizi e pettegolezzi nei quali potremmo incappare.
    L’ultima frase è bellissima.
    Ti voglio molto bene!
    Simona

  • Gainluca:

    Ciao Simona,
    e bello avere qualcuno che ti focalizza l’attenzione su cose così ovie e pertanto passono inosservate e come tarli insidiano la nostra mente e ci rendono la vita meno felice di quanto possiamo viverla.
    La parola ha un potenziale infinito e pertanto se riusciamo a controllarlo e riusciamo a gestirlao la nostra vita migliorerà ed andrà sempre alla grande.
    Grazie simona dei tuoi insegnamenti.

  • Grazie a te Gianluca.
    Io faccio solo da intermediaria tra le cose che apprendo e leggo qui e lì ed il blog!
    Un abbraccio!
    Ciao!

  • Bibiana:

    cara Simone,
    piacere di conoscerti ( attraverso la foto :) )grazie per avermi ricordato la parola-incantesimo…avevo letto al riguardo ” I 5 accordi”… andrò a cercare i libri che suggerisci in questo blog.
    grazie per la tua passione e dedizione, è molto stimolante ed interessante. Mi piace divulgare i tuoi blog fra i miei amici, usi un linguaggio accessibile anche a chi dice di essere ” Ateo” o di “non credere a nulla”. in questo modo si apre una comunicazione ed una riflessione comunque profonda, talvolta spirituale senza richiedere particolari ” credenziali”. Brava baci

  • Clara:

    Brava Simona,grazie al Theta Healing conosco quanto le parole siano importanti, in effetti possono creare la nostra realtà Certe vibrazioni sono come incantesimi, grazie per il tuo lavoro di condivisione,Abbracci
    Clara

  • catia:

    Carissima
    ultimamente ero veramente molto anzi moltissimo felice perchè la vita mi ha dato una risposta che ho atteso con cuore aperto e volevo quello che ho ricevuto, cioè un esito medico negativo dove prima era positivo e oserei dire molto grave .
    Ebbene la mia felicità era tale che mi sono fatta anche un bel regalo per “festeggiare” .
    I miei pensiri non erano affatto nocivi e lungi da me nel pensarli o pronunciarli visto la mia felicità, allora mi chiedo perchè è arrivato nella mia vita una batosta tra capo e collo come una ghigliottina nuocendo così la salute di mia mamma ???
    Non lo meritavo e men che meno lei!!!!
    Dammi una apiegazione del perchè ora ho una forte sofferenza al cuore , nel veder soffrire chi amo.
    Con affetto e gratitudine
    CATIA

  • Ciao Bibiana,
    molte grazie!
    Non conosco il libro “I 5 accordi…” ..quale è la casa editrice?
    Grazie ancora per lo spunto e per tutto il resto!
    Simona

  • Ciao Clara,
    c’è una gag di Nanni Moretti nel film “palombella Rossa” nella quale grida ad una sprovveduta giornalista: “Le parole sono importanti!!!!!!!!!”.
    Lo sono infatti.
    :-)
    Io non ho letto molto sul Theta Healing, sai?
    Magari un giorno mi appassiono e comincio a praticarlo con regolarità!
    Un abbraccio di luce
    Simona

  • Dolcissima Catia, i motivi per cui capitano le cose, come sai possono essere infiniti.
    Entrano in gioco così tante variabili nel richiamare la realizzazione di un evento.
    A tutti noi è capitato di vivere un evento spiacevole mentre eravamo in una condizione di letizia.
    Una cosa che sembra caduta dal Cielo.
    Anche a me è capitato.
    Io nutro un profondo rispetto per la tua vicenda che ti tocca profondamente nel vissuto, ma riguarda la storia personale di tua madre.
    E’ il suo ambito di azione.
    E’ la storia meravigliosa della sua anima che sta facendo esperienza attraverso questa condizione apparentemente mortificante, ma che in realtà cela un profondo e divino significato.
    So che sembra facile parlare dall’esterno, ma posso portarti la mia esperienza umilmente.
    La mia mamma sta male da sempre, da quando ero piccina.
    Quando ho smesso di accanirmi sulla sua malattia e ho accettato il viaggio della sua anima, molte cose si sono armonizzate e benedico ogni giorno per questo.
    A tutt’oggi la mia mamma non sta bene, ma io rispetto la scelta della sua anima di esperire un corpo malato.
    C’ho messo tanti anni però adesso le cose vanno meglio.
    Ti abbraccio e spero con tutto il cuore che trovi la pace che meriti.
    Simona

  • catia:

    Grazie mille
    sono sempre molto confortanti le tue parole .
    Solo chi ha vissuto una esperienza analoga può
    capirti.
    Voglio ,al più presto , farmene una ragione
    ed essere forte per me e per lei ( che queste parole
    siano il motore della mia vita).
    Un bacio immenso
    CATIA

  • In bocca al lupo dolce Catia!
    Ci sono sempre, per quel che posso fare!
    smack!

  • Tutto verissimo quello che hai riportato Simona anche se secondo me l’atto di dire una frase errata non dipende tanto nel dirla ma quanto nel pensarla.
    Quindi secondo me il processo sta a monte, si dice molte volte ciò che si pensa erroneamente, cambia il pensiero e cambierai le parole. Poi ti puoi anche sforzare di dire quelle parole ma se il pensiero va opposto secondo me, povero ignorante, poco ci puoi fare.

    Certo che quell’elenco di parole che hai messo sanno proprio di stantio hehe come la cioccolata andata a male… però è vero molti le usano…

    Poi c’è chi dice di pensare positivo, come la canzone di Jovanotti, io sono positivo xche son vivo, xche son vivo… eheh (vale solito discorso di sopra secondo me il processo deve stare a monte…)

    Ormai ci sono tanti geni che ti dicono cosa devi dire, come la devi pensare non ci resta che ti dicono come la devi fare…

    (scusate ma deve essere il raffreddore che mi fa parlare a ruota libera….)

    cmq tra tutti i siti e blog spirituali questo lo ritengo uno dei migliori.

    Un saluto a tutti Davide.

  • Ciao Davide,
    grazie per la fiducia che accordi a questo blog.
    :-)
    Pensieri e parole dovrebbero essere scelti con cura e saggezza.
    Entrambi sono importanti. Da loro scaturiscono le emozioni che ci fanno star bene o male, per dirla semplicemente!
    Un abbraccio.
    Simo

  • Carmela:

    stavo pensando che sarebbe bello autoguarirsi,quando x puro caso trovo questo blog ,coincidenza? comunque complimenti cara Simona,hai una parola buona x tutti…..ciao Carmen

  • :-)
    Grazie Carmela!!! Fammi sapere l’esito dei tentativi di autoguarigione.
    Ti auguro una bellissima giornata!
    Simona

  • adry:

    Cara simona, il tuo post è molto interessante è soprattutto vero, io posso dire che da quando mi sto interessando alla legge dell’attrazione, devo dire che ho capito che certe frasi non vanno dette, perché va a finire come me, ho subito in passato diversi interventi, perché sembrava che mi piangevo addosso spesso ora invece sono molto più serena, e capisco che non bisogna mai scoraggiarsi perché la vita è bella e noi possiamo ottenere non solo quello che desideriamo ma anche avere una forte salute benefica. un paio di volte che mi capitava un dolorino io dicevo va via brutto dolore “sciò e lo cacciavo con le mani(sembra una barzelletta hahahaha, eppure è vera)è ti posso dire che spariva il dolore, quando all’inizio mi è capitato non ci facevo tanto caso ma poi dopo averlo fatto diverse volte….ho capito che le parole influenzano totalmente la nostra vita come hai detto tu!!un bacio forte forte…

  • Ciao adry un bacio forte a te, grazie per la tua testimonianza. :-)

Lascia un Commento

Spam Protection by WP-SpamFree

Scarica ora GRATUITAMENTE il report:
"Perchè non ha senso temere la data 2012"



Inserisci qui in basso il tuo nome e l'e-mail su cui desideri ricevere il report OMAGGIO

NB: iscrivendoti riceverai immediatamente il report e successivamente altri omaggi, inoltre sarai avvertito di tutte le novità legate a questo sito (in ogni email sarà presente un link per cancellarsi e non ricevere più notifiche, quindi massima libertà). I dati non saranno mai ceduti a terzi. Inserendo i propri dati si accettano automaticamente queste condizioni. Inserendo il nome e l'email nel form si dichiara anche di aver letto ed accettato interamente l'informativa sulla privacy.
Come diventare una Dea
Tre passi per essere divina

di Simona Vitale



L'intento dell'ebook non è soltanto quello di andare a recuperare una memoria mitica perduta ed in parte rimossa, ma anche quello di fornire le tre chiavi per vivere appieno la femminilità: consapevolezza, creatività ed autorità interiore, nonché di contribuire alla diffusione di una forma pensiero egualitaria, di sostanziale pace tra i sessi e di valorizzazione delle specificità di genere.

Clicca qui per acquistarlo a 5,90 euro

DONNE ED AUTOSTIMA
ANSIA? NO PROBLEM
Ad
IMPARA A DIRE NO
Ad
CAVALCA LA FORTUNA
Ad
LA SOLUZIONE ALL’INSONNIA
TOP E-BOOK

Ebook
LE 7 DEE E GLI 8 DEI DENTRO DI TE
LE 7 DEE E GLI 8 DEI