Archivi per la categoria ‘autoguarigione’

“Il codice della Luce” di Daniel Lumera

Daniel Lumera

Daniel Lumera

Ho conosciuto Daniel Lumera a settembre 2011 nell’ambito de “Il Mandir della Pace”, un incontro internazionale di dialogo interreligioso che si svolge ogni anno ad Assisi.

In precedenza lo avevo già visto tramite alcuni video (come quello presente nel post)  nei quali presentava il suo libro “Il codice della Luce“.

Daniel è laureato in Scienze Naturali, è un ricercatore indipendente, pratica la meditazione da quando era adolescente ed attualmente collabora presso diversi atenei dove divulga il suo messaggio sugli effetti benefici del Sole.

Il messaggio di Daniel cattura  l’attenzione (anche quella dei più scettici) perchè si coglie subito sia l’autorevolezza scientifica delle sue parole sia l’autenticità con cui le espone.

Ascoltandolo non si può non essere d’accordo su una verità tanto semplice quanto inconfutabile:

L’energia solare è una delle fonti più salubri che disponiamo ed è assolutamente gratuita.

Daniel giustamente ci ricorda che è stata fatta una campagna mediatica molto negativa sugli effetti solari, quando invece essi sono portatori di grandi risorse che vanno a beneficio del nostro sistema fisico, cognitivo ed emozionale.

Il Sole è sempre stato venerato sin dall’antichità e se dall’epoca pre-alfabetica se ne onorava già la presenza ,un motivo pur ci sarà.

Ciò che suggerisce Daniel è di riprendere il contatto con il Sole, esporsi ai suoi raggi secondo l’ispirazione del buon senso e lasciarci ricaricare/fecondare da questo pianeta fino a cogliere il suo punto di vista.

Dal Sole prenderemo quindi nutrimento ad ogni livello e ci sentiremo rigenerati al solo immaginare di essere nel suo centro, come una fonte di calore che illumina tutto, incondizionatamente.

Adottare il punto di vista del Sole favorisce, inoltre, una prospettiva allargata della nostra situazione attuale ed ogni problema o disagio, visto da quest’ottica, si dota di senso e appare gestibile.

Favorire un’ottica solare significa prediligere un atteggiamento volto all’unità, al calore, alla compassione, ma anche all’accettazione del nostro potere.

Del resto come posso sentirmi inerme ed indifeso se pratico l’arte di essere il Sole?

Questa pratica definita “Inner Sun” permette di considerare una questione dolorosa sul piano terrestre dall’ottica del Sole. Dal collegamento che si stabilisce tra l’essere umano e questo pianeta scaturiscono informazioni e  consapevolezza che donano sempre una sensazione di maggiore pace e di maggiore armonia.

Inoltre sono davvero così tanti gli effetti positivi scaturiti da una regolare e corretta esposizione alla luce solare che non basta un solo articolo per contemplarli tutti.

Di seguito ne riporto alcuni estratti direttamente dal libro “Il codice della Luce“.

- Migliora la resistenza fisica

- Migliora la capacità di attenzione e apprendimento

- Migliora il sistema immunitario

- Migliora la qualità delle emozioni

- Migliora la tolleranza alla fatica e allo stress

- Riduce i comportamenti aggressivi e migliora il carattere

- Regolarizza gli impulsi fame/sete/sonno (riduce la fame e l’appetito compulsivo)

- Migliora i tempi di recupero da situazioni di fatica e malattie

- Ha un’azione preventiva sul rischio di tumori

- Migliora la crescita e lo sviluppo

- Migliora la capacità di apprendimento, la memoria e l’intelligenza

- Riduce il colesterolo nel sangue

- Incrementa il testosterone negli uomini e il progesterone nelle donne

- Produce vitamina D (assorbimento calcio e minerali)

- Ha un’azione germicida nel caso di malattie infettive

- Regola i cicli di sonno e regolarizza l’orologio biologico

- Migliora la circolazione epidermica (azione rassodante)

- Aumenta la libido e le capacità riproduttive

- Migliora la circolazione (capacità di trasportare cibo nel sangue)

- Ha effetti terapeutici per artriti, reumatismi, artrosi

- Migliora la vista

- Riduce la necessità di consumare droghe o alcol.

Naturalmente questi effetti sono tanto più apprezzati, tanto più si accoglie l’energia solare con consapevolezza e piena presenza.

Inoltre risulterà banale dirlo, ma è importante specificare che bisogna esporsi al Sole con saggezza: se siamo abituati a vivere rintanati in spazi al chiuso e illuminati solo dall’energia artificiale per gran parte dell’anno e con una pelle particolarmente delicata, non ha senso di punto in bianco rosolarsi al Sole per ore e ore di fila.

Bastano anche 10 minuti al giorno ed in questo periodo, con le basse temperature, si apprezza maggiormente il suo tocco guaritivo.

A tal proposito ci informa Daniel:

Sembra che esporsi al Sole con temperature inferiori ai 18° C sia più salutare e benefico“.

Ad ogni modo, oltre a ricordarci quanto sia fondamentale nutrirci di luce naturale ed adottare un punto di vista centrato come quello solare, il libro di Daniel esplora anche le infinite risorse umane e ne dà testimonianza attraverso i racconti di individui che hanno vissuto storie straordinarie.

Mi riferisco alle storie di quegli uomini e quelle donne che per periodi prolungati hanno smesso di nutrirsi e dormire, alimentati solo dall’energia solare.

Le loro storie ci rammentano che siamo fatti di luce, che di essa ci nutriamo e che ogni informazione è espressa sotto forma di scia luminosa.

Quando mangiamo…mangiamo Luce…

Quando respiriamo… inaliamo ed emettiamo Luce…

Quando comunichiamo…trasmettiamo informazioni di Luce…

Anche non facendo niente… in maniera inconsapevole..emaniamo comunque Luce.

:-)

Un abbraccio fotonico!

Simona

:-)

PS

Oltre a “Il codice della luce“, consiglio di visitare il sito di Daniel Lumera, per aggiornarsi su corsi e tappe formative:

http://www.sunconscience.com/sezione.php?section=2&lang=it

Esercizio per guarire il cuore

healing heart

Ciao,

oggi parliamo di come guarire le ferite del cuore e lo facciamo con un esercizio energetico tratto dall’ultimo libro di Monica Amarini Colosimo: “D O N N E  CHE RITROVANO IL CUORE“.

L’esercizio che segue non è rivolto però solo alle donne e non serve semplicemente a guarire le ferite d’amore, ma tutti i dolori che il cuore ha dovuto sopportare fino a questo momento (traumi, ferite passate, sentimenti negativi legati ad eventi spiacevoli ecc.).

Il libro di Monica Colosimo propone davvero tanti esercizi su come fortificare il nostro cuore e liberarci dai pesi dell’anima ed è stato per me difficilissimo sceglierne uno piuttosto che un altro.

Sono esercizi che sul piano simbolico, eterico (e di conseguenza anche fisico) agiscono da grande stimolo per la ricarica energetica e per la rigenerazione.

Li ho provati  sulla mila “pelle” e devo dire che sono potentemente benefici.

Avrei voluto raccontarli tutti, e dedicare spazio a descrivere nel dettaglio quali sensazioni ho provato per ogni esercizio, ma ne sarebbe uscito fuori un articolo troppo lungo e forse illeggibile.

Sono davvero tante le strade che indica Monica per rialzarsi quando il cuore è andato a pezzi, come ad esempio dedicarsi allo sviluppo della propria creatività attraverso la pratica della scrittura, ovvero scrivere di sè, scrivere e basta, liberarsi, esternare i propri stati d’animo, raccontare la propria storia e (perchè no) farla diventare un racconto.

Dedicarsi a questa pratica ritagliando uno spazio sacro per noi stessi, fa fluire il dolore dall’interno, traspone ciò che si muove dentro e lascia liberi.

Ho anche molto gradito le pratiche del danzare da soli sulle note della propria musica preferita smuovendo l’energia rintanata e rinnovandone le riserve.

Ma più di ogni altro esercizio, quello che ho apprezzato maggiormente è ciò che mi appresto a riportare, ringraziando Monica, per quanta amorevolezza ha immesso in queste parole:

IL BAGNO DELLA DEA O DEL DIO

Trova un momento per stare in tranquillità. E respira profondamente con calma, ascoltando i rumori interni. Poi afferma:

- Ora riprendo il mio cuore nelle mie mani e lo salvo -

Appoggia una mano sotto al cuore, con il palmo rivolto verso l’alto. Con l’altra mano sempre all’altezza del cuore, mima il gesto di aprire un rubinetto.

Immagina che tutto il buio sepolto nel tuo cuore esca come un liquido di inchiostro. Fiumi di liquido sgorgano dal tuo cuore, anneriscono la conca della tua mano, accarezzano la pancia e scivolano giù, fino a raggiungere una pozza di acqua cristallina, piena di diamanti: una pozza d’acqua magica che trasforma istantaneamente il buio in trasparenza. Chinati a raccogliere quell’acqua immaginaria, che ora pulisce anche le tue mani, il tuo corpo.

Usala per lavare le tue ferite emotive, portala sulle gambe, sulla schiena, sino al capo.

Compi i movimenti percorrendo il tuo corpo, dappertutto, con le mani sempre colme di acqua fantastica; continua a farlo per qualche minuto.

Poi preparati un bagno dove immergerai dei cristalli (vanno bene le pietre che hai in casa: quarzi acquemarine, tormaline, quello che vuoi).

Pronuncia questa frase:

- Tutto in me ora è luce splendente -

Quando esci dalla vasca dopo il bagno, asciugati e descrivi l’esperienza, le emozioni, le sensazioni che provi”

Il bagno della Dea o del Dio celebra la tua rinascita.

Aribenvenuto/a al Mondo!

:-)

Quando ho provato l’esercizio sentivo che dal cuore insieme all’inchiostro uscivano anche pezzetti di carne anneriti dal tempo, aborti della coscienza, malformazioni dell’anima, abbozzi e tentativi mal riuscitivi di stare su due piedi nel Mondo, tumori e tumefazioni dell’organi deputato ad amare.

Tale parto indolore mi ha lasciato una sensazione di leggerezza e benessere indescrivbile ed avevo piacere a condividere quest’esperienza con te!

:-)

Un abbraccio sincero.

Simona

Giovani per sempre

bambino-felice-che-grida-per-la-gioia-thumb4173986

Sulla mia pelle (in senso letterale) posso testimoniare che il concetto di invecchiamento non è inevitabile.

Siamo nati sani e la normalità è nella sanità e giovinezza delle nostre cellule.

Il concetto di invecchiamento è frutto di una credenza condivisa secondo cui “sotto il peso degli anni” il corpo affaticato rattrappisce e le cellule cessano di rinnovarsi.

Una credenza seppur condivisa collettivamente è pur sempre una credenza, e come tale può essere rivista, rivalutata, cambiata.

La giovinezza come stato naturale del nostro Essere viene ampiamente spiegata e dimostrata in un testo straordinario: “Vita e insegnamenti dei maestri del lontano Oriente“.

Nel testo maestri luminosi espongono ad un gruppo di ricercatori spirituali tutte le facoltà a cui ciascun essere umano ha potenzialmente accesso, compresa la possibilità di vivere in un corpo giovane e sano.

Dal libro riporto alcuni stralci che ritengo illuminanti:

…Guardate questo albero gigante. Per il nostro fratello albero e per noi, gli stadi del processo vitale sono identici. Guardate le foglie e i germogli all’estremità del più vecchio dei banjan (tipo di albero). Non sono giovani come il seme da cui questo gigante si lanciò verso la vita?…

…In verità non c’è ragione perchè il corpo non sia altrettanto giovane e carico di vitalità quanto il seme da cui è stato creato...

In un altro passaggio poi si ricorda come malattia e pensieri “malati” siano connessi:

La malattia è prima di tutto assenza di pace…

Un modo di pensare adeguato permette persino di evitare gli incidenti…

…Si può preservare il tono del corpo in modo da acquisire le immunità naturali contro ogni malattia contagiosa, per esempio contro la peste o l’influenza…

In un altro passaggio ancora viene svelata la vera natura della vecchiaia…nuda e cruda essa appare così:

La vecchiaia è antispirituale, brutta, mortale, irreale.

I pensieri di paura, di dolore e di sofferenza generano la bruttezza chiamata vecchiaia. I pensieri di gioia, di amore e gli ideali generano la bellezza chiamata gioventù…

Infine ci viene donato un antidoto antivecchiaia che nessuna crema estetica può sostituire.

;-)

Esercitatevi ad acquisire una coscienza da bambino.

Visualizzate il Bambino Divino in voi stessi. Prima di addormentarvi suggerite alla vostra coscienza di possedere un corpo di gioia spirituale sempre giovane e bello. Pensate di avere mente, occhi, naso, bocca, pelle belli e spirituali: il corpo del Bambino Divino, che ora, questa notte, è perfetto! Riflettete su questa affermazione, meditateci sopra prima di addormentarvi in pace.

E al mattino quando vi alzate, suggeritevi ad alta voce :

“Ebbene mio caro c’è un’alchimista divino in te”.

Durante la notte, attraverso il potere spirituale di queste affermazioni, avviene una trasmutazione. Lo Spirito si espande dall’interno, satura il corpo spirituale, riempie il tempio.

L’alchimista interiore ha provocato la caduta delle cellule usate e fa apparire il seme dorato dell’epidermide nuova, perpetuamente giovane e fresca…

Fate in modo che tutto sia luminoso e splendido intorno a voi, coltivate l’umorismo. Gioite dei raggi sole…

————————————————————————————————

Personalmente conosco gente sul cui volto il tempo non solo si è fermato, ma è tornato indietro…riavvolgendosi come il nastro di una musicassetta.

La luce interiore si manifesta con incredibile evidenza sui loro corpi.

Conosco gente il cui aspetto ingannerebbe chiunque.

E’ gente felice e solare..dal cui volto si irradia bellezza eterna.

:-)

—————————————————————————————-

Autoguarirsi

reiki_2

Questo post è per tutti, ma in particolare è dedicato alle due persone che dimorano nella mia abitazione afflitti in un modo o nell’altro dal binomio malattia/dolore.

Un modo utili per far passare l’uno e l’altro (li uso come sinonimi) non è coprirli con delle medicine, nè ostacolare il loro corso.

Tutt’altro.

Per fare andare via il dolore (sia esso fisico o emotivo) bisogna letteralmente lasciarlo andare.  Bisogna ascoltare il dolore sordo, lasciare che comunichi il suo messaggio, accoglierlo nella sua importanza e lasciar andare con amore quel disagio.

Il dolore è nella resistenza, nel trattenere le energie.

Fa male (in senso figurato e non) laddove si contrasta il dolore, non lo si accetta, bloccando il naturale fluire dell’energia.

Un esercizio miracoloso per far evaporare il dolore consiste proprio nel lasciarlo fluire completamente.

Ci viene in aiuto Joe Vitale, che nel best seller The Key – La Chiave spiega un trucchetto efficacissimo per alleviare i mali.

La riporto testualmente:

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

1) Piegate la testa in avanti e posate la mano sull’addome o sul petto per aiutarvi a sentire l’emozione

2) Sentite l’emozione nel corpo.

3) Misuratela su una scala da 0 a 10

4) Aumentatela o raddoppiate volontariamente la sua intensità (fa male eh…? stai tranquillo ..è lì che stiamo andando a sbloccare il ristango energetico)

5) Aumentatela ancora, ancora, ancora…

6) Aumentando l’intensità, noterete che si scioglie e inizia a scomparire

7) Misuratela di nuovo da una scala da 0 10. E’ diminuita’?

Se è così, siete sulla strada giusta. Continuate l’esercizio finchè l’intensità dell’emozione scende a zero.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il dolore risiede nel voler contrastare il messaggio, non nel messaggio stesso.

Il sintomo doloroso è come il bip bip del cellulare:  una volta che il destinatario del messaggio ha letto e interpretato il contenuto della missivaallora la sofferenza non ha più ragione di presenziare.

:-)

*

Questo post non ha un valore terapeutico, nè medico.

E’ solo dedicato ai miei.

:-)

VVB

Simona

Scarica ora GRATUITAMENTE il report:
"Perchè non ha senso temere la data 2012"



Inserisci qui in basso il tuo nome e l'e-mail su cui desideri ricevere il report OMAGGIO

NB: iscrivendoti riceverai immediatamente il report e successivamente altri omaggi, inoltre sarai avvertito di tutte le novità legate a questo sito (in ogni email sarà presente un link per cancellarsi e non ricevere più notifiche, quindi massima libertà). I dati non saranno mai ceduti a terzi. Inserendo i propri dati si accettano automaticamente queste condizioni. Inserendo il nome e l'email nel form si dichiara anche di aver letto ed accettato interamente l'informativa sulla privacy.
Come diventare una Dea
Tre passi per essere divina

di Simona Vitale



L'intento dell'ebook non è soltanto quello di andare a recuperare una memoria mitica perduta ed in parte rimossa, ma anche quello di fornire le tre chiavi per vivere appieno la femminilità: consapevolezza, creatività ed autorità interiore, nonché di contribuire alla diffusione di una forma pensiero egualitaria, di sostanziale pace tra i sessi e di valorizzazione delle specificità di genere.

Clicca qui per acquistarlo a 5,90 euro

DONNE ED AUTOSTIMA
ANSIA? NO PROBLEM
Ad
IMPARA A DIRE NO
Ad
CAVALCA LA FORTUNA
Ad
LA SOLUZIONE ALL’INSONNIA
TOP E-BOOK

Ebook
LE 7 DEE E GLI 8 DEI DENTRO DI TE
LE 7 DEE E GLI 8 DEI